Tunisia: prestito di 150 mln da Bers per finanziare import grano

Guerra Ucraina ha avuto grave impatto su capacità export

25 agosto, 11:50

(ANSAmed) - TUNISI, 25 AGO - La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers) ha sottoscritto un prestito sovrano garantito di 150,5 milioni di euro con l'Ufficio del grano tunisino (Odc), per finanziare le importazioni di grano tenero, grano duro e orzo, che rappresentano fino al 15% del fabbisogno annuale di consumo della Tunisia. Lo ha reso noto la Bers in una nota sottolineando che "la guerra all'Ucraina ha avuto un grave impatto sulla capacità del Paese di esportare cereali e ha portato a interruzioni dell'offerta globale di grano e aumenti dei prezzi globali delle materie prime morbide, che hanno un impatto diretto sui Paesi del Mediterraneo meridionale e orientale, alcuni dei quali sono i maggiori importatori mondiali di grano (la Tunisia si assicura ogni anno due terzi dei suoi cereali attraverso le importazioni)".

La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo ha mobilitato 2 milioni di euro in sovvenzioni per l'assistenza tecnica a sostegno della preparazione e l'attuazione di una riforma della tabella di marcia settoriale e aziendale, in conformità con il programma di riforma delle imprese statali tunisine (Soe), si legge ancora nella nota. "Gli obiettivi della tabella di marcia sono l'attuazione di un piano d'azione preparato da esperti e il coinvolgimento delle parti interessate pertinenti per affrontare le attuali debolezze strutturali del settore dei cereali, che porteranno a una progressiva liberalizzazione delle importazioni di grano e per guidare la riforma dell'Odc verso la sua commercializzazione, con miglioramenti dell'efficienza operativa e degli standard di governo societario". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati