Da Ue altri 50 milioni a Turchia per assistenza a rifugiati

Fondo addizionale per aiuto umanitario a profughi vulnerabili

14 giugno, 13:39

(ANSAmed) - ISTANBUL, 14 GIU - L'Unione europea ha stanziato un finanziamento addizionale di 50 milioni di euro per fornire aiuto umanitario ai rifugiati vulnerabili che si trovano ospiti in Turchia. Lo si apprende da un comunicato della Commissione Ue secondo cui i fondi puntano a sostenere "servizi sanitari specifici e ad aiutare ad affrontare problemi relativi alla protezione tra cui consulenza legale, sostegno psicologico e accesso alla documentazione civile".

Il sostegno finanziario oggi annunciato si aggiunge all'Ue Emergency Social Safety Net (Essn) che già fornisce assistenza ai profughi che si trovano in Turchia attraverso denaro depositato su una carta che i beneficiari possono utilizzare per pagare affitto, trasporti, cibo e medicinali. "L'Ue continuerà a fornire assistenza umanitaria ai rifugiati in Turchia per colmare il vuoto e offrire un'ancora di salvezza a coloro che hanno più bisogno", ha affermato il Commissario per la gestioni delle crisi Janez Lenarcic aggiungendo che Bruxelles "non dimenticherà i rifugiati in Turchia, tra i quali molti sono sfollati da ormai un decennio".

Oltre 4 milioni di profughi vivono in Turchia, tra cui 3,7 milioni di siriani. In base a un accordo del 2016, Bruxelles sostiene economicamente Ankara nella gestione dei rifugiati in cambio di un impegno da parte della Turchia a tenere le frontiere chiuse a coloro che tentano di raggiungere l'Ue illegalmente. Il fondo stanziato oggi fa parte del pacchetto di 3 miliardi di dollari per l'assistenza ad Ankara fino al 2024 annunciato dall'Ue lo scorso anno.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati