Clima, 1/3 produzione agricola mondiale a rischio nel 2100

Ricerca, se si mantiene l'attuale livello di emissioni

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 17 MAG - Un terzo della produzione alimentare mondiale sarà a rischio alla fine di questo secolo se le emissioni di gas serra continueranno a crescere al tasso attuale. Lo sostiene una ricerca dell'Università finlandese di Aalto, pubblicata sulla rivista One Earth.

I ricercatori hanno calcolato che circa il 95% dell'attuale produzione agricola proviene da aree definite "spazio climatico sicuro", dove temperatura, piogge e aridità rientrano entro certi limiti. Se le temperature alla fine del secolo salissero di 3,7 gradi dai livelli pre-industriali, queste aree sicure si ridurrebbero drasticamente, soprattutto in Asia meridionale e sudorientale e nella zona del Sahel in Africa.

Se invece il mondo riducesse le emissioni in misura sufficiente a rispettare gli obiettivi dell'Accordo di Parigi (mantenere il riscaldamento globale entro 2 gradi dai livelli pre-industriali, se possibile entro 1,5 gradi), solo dal 5 all'8% della produzione agricola mondiale sarebbe a rischio.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie