Clima: pandemia taglia emissioni Ets, -11,4% nel 2020

Agenzia Ue Ambiente: 'Ma ritmo riduzione Co2 rallenta'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 12 GEN - Le emissioni Ue nei settori energia e industria sono diminuite di oltre l'11% tra il 2019 e il 2020, il calo annuale più significativo dal 2005. Ma senza nuovi interventi nei prossimi anni la riduzione delle emissioni dovrebbe risultare "notevolmente più lenta" rispetto alle serie storiche. Sono i dati aggiornati dell'Agenzia europea per l'ambiente.

Le emissioni totali dei settori coperti dall'Ets, il sistema di scambio di quote di carbonio dell'Ue, sono diminuite dell'11,4% tra il 2019 e il 2020 (-11% in Italia) superando il decremento record del 9%, registrato tra il 2018 e il 2019. Un risultato effetto della sospensione delle attività economiche a causa della pandemia, sottolinea l'Agenzia Ue. A provarlo sono anche le emissioni degli operatori aerei coperti da Ets (per i voli intra-Ue), crollate del 63,5%. In base alle misure attuali e pianificate, l'Agenzia prevede che le emissioni continueranno a diminuire nel prossimo decennio, tra il 41e il 48% rispetto al 2005. Si tratta, sottolinea l'Aea, di un "ritmo notevolmente più lento rispetto al passato". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA