Gse, nel 2020 11,9 miliardi per incentivare le rinnovabili

Rapporto della società pubblica per incentivi a fonti pulite

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Oltre 15 miliardi di euro destinati alla promozione della sostenibilità, dei quali 11,9 per l'incentivazione dell'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, 1,1 miliardi per l'efficienza energetica e per le rinnovabili nel settore termico, 1 miliardo dedicato ai biocarburanti. Sono inoltre 1,3 miliardi di euro i proventi delle aste di CO2 nell'ambito del meccanismo europeo ETS (Emission Trading Scheme). Questi i principali numeri relativi all'attività svolta nel 2020 dal Gestore dei Servizi Energetici, società del Ministero dell'Economia e delle Finanze, che in Italia promuove le fonti rinnovabili e l'efficienza energetica.

Nonostante gli impatti della pandemia, il Gestore ha favorito nel 2020 l'attivazione di nuovi investimenti, pubblici e privati, nel settore della green economy per circa 2,2 miliardi, mentre l'energia elettrica generata da fonti rinnovabili e i risparmi energetici indotti dagli interventi di efficientamento incentivati hanno evitato l'emissione in atmosfera di ben 42 milioni di tonnellate di CO2, pari al consumo di 109 milioni di barili di petrolio. È stimata invece in 51mila unità di lavoro annuali (equivalenti a tempo pieno) l'occupazione legata alle iniziative nuove e già in corso sostenute dal GSE.

I costi sostenuti dal GSE per l'incentivazione e il ritiro dell'energia elettrica si sono attestati nel 2020 sui 12,9 miliardi di euro. Tali costi sono stati in parte compensati dai ricavi, per circa 1 miliardo di euro, provenienti dalla vendita dei 29,2 TWh di energia verde ritirata dal GSE e collocata sul mercato elettrico. La differenza tra i costi e i ricavi ha determinato per il 2020 un onere sulla componente ASOS della bolletta (gli oneri per il sostegno delle rinnovabili) di circa 11,9 miliardi di euro (l'incremento rispetto agli 11,4 del 2019 è legato alla maggiore produzione di energia da fonti rinnovabili e alla contestuale riduzione dei ricavi legati alla vendita di energia). (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie