Stella Alpina 2021, si chiude la 36esima rievocazione storica

Equipaggi da tutta Europa e dal mondo, tour unico sulle Dolomiti

Redazione ANSA ROMA

 Si è conclusa la trentaseiesima rievocazione storica della Stella Alpina, la gara di regolarità disputata dall'11 al 13 giugno alle Dolomiti. L'attesa per riaccendere i motori della passione anche quest'anno è stata lunga, ma Canossa Events e Scuderia Trentina hanno organizzato la nuova edizione con grande cura e dedizione, coinvolgendo equipaggi da numerosi paesi europei, come Germania, Regno Unito e Francia, e extra europei, come Argentina e Giappone, per gareggiare insieme all'insegna della passione per il motorismo storico.
    Gli organizzatori per l'edizione 2021 hanno definito un percorso che ha valicato 10 passi di montagna e toccato 6 suggestivi laghi alpini. La gara è stata composta da 65 le prove cronometrate disputate e 6 quelle di media, 12 i controlli orari, su un totale di 457 chilometri percorsi tra i tornanti montati.
    L'edizione 2021 della Stella Alpina è stata un crescendo di emozioni e gli equipaggi in gara si sono sfidati in numerose prove di regolarità e di media lungo il percorso che ha attraversato le Dolomiti. Tre intense giornate di guida, dove le vetture storiche e moderne si sono contese i primi posti della classifica. Sul podio delle auto storiche, il primo premio della classifica assoluta e del trofeo Azimut è andato all'equipaggio 10 Lafortezza Michele e Carturan Ilaria, su Innocenti Mini Cooper MK2 del 1969. Al secondo posto, l'equipaggio 12, Argenti Mauro e Amorosa Roberta su Porsche 911 T 2.2 del 1969, mentre sul terzo gradino si è qualificato l'equipaggio 11, Pedrali Giovanni e Bonomelli Simona su Austin Healey BN4L 100SIX del 1956.
    Il primo posto della classifica Ferrari moderne è stata vinta dall'equipaggio 6 Vergamini Fabio e Fabrizi Anna Maria su Ferrari 488 GTB del 2017. L'equipaggio 7, Sartori Lucilla e Meneguzzo Monica su Ferrari GTC4 Lusso del 2016 si è aggiudicata il secondo posto ed anche la Coppa delle Dame. Infine, al terzo posto, si è qualificato l'equipaggio 1, Zobele Enrico e Trentinaglia Ivana su Ferrari 488 Pista Spider del 2020, che è risultato anche il 1° Assoluto nelle Prove di Media - Moderne.
    Infine, il premio 1° Assoluto Prove di Media - Storiche, è stato vinto dall'equipaggio 30 Aeschbacher Peter e Marianne su Porsche 356 C GT del 1964.
    La prima scuderia classificata è invece stata la Amams Tazio Nuvolari, che ha gareggiato con numerosi equipaggi.
    "La manifestazione è stata veramente ben organizzata - ha detto il patron dell'evento, Fiorenzo Dalmeri - il tempo ci ha certamente aiutato, ma in particolare ci ha aiutato la scelta del percorso. Sono convinto, ma le parole dei partecipanti lo confermano, che l'edizione 2021 è stata una delle più belle degli ultimi anni in termini di percorso, ma anche di organizzazione, qualità, ambienti e luoghi visitati. Un grazie assoluto e sincero a tutti coloro che hanno collaborato sia del team Scuderia Trentina che del team Canossa Events". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie