Progetto Stellantis-Unasca per la guida di auto elettriche

Consegnati attestati ai primi 40 istruttori

Redazione ANSA TORINO

 Si è conclusa a Torino la prima fase del progetto Pole Position, realizzato dal team e-Mobility di Stellantis con Unasca, la principale associazione italiana di scuole guida, con l'obiettivo di diffondere la cultura della mobilità elettrica nelle autoscuole. Nello show room e-Village sono stati consegnati gli attestati ai primi 40 istruttori di guida coinvolti nell'iniziativa. Il loro compito sarà quello di promuovere un cambiamento culturale nei giovani in procinto di prendere la patente, grazie a specifici moduli di training sviluppati dagli esperti di Stellantis. A presentare il progetto, il responsabile e-Mobility di Steallantis, Roberto Di Stefano, il segretario nazionale Unasca Emilio Patella, e il fondatore di Eataly Oscar Farinetti, che ospita lo show-room e-Village all'interno della sua ultima creatura, Green Pea. "Il progetto - ha sottolineato Di Stefano - è l'ulteriore conferma che la nostra azienda crede nei giovani e ritiene fondamentale formarli sui cambiamenti in atto nel settore automotive". "Dobbiamo tutti - ha aggiunto Patella - contribuire a un cambio di mentalità per fermare il cambiamento climatico in corso. Oltre allo sforzo della ricerca e dei costruttori, occorre l'impegno per cambiare i programmi di esame per conseguire la patente e la mentalità dei nuovi conducenti".
    In un messaggio, il capo del dipartimento per i Trasporti del ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Mauro Bonaretti, ha lodato la "scelta vincente" compiuta da Stellantis e Unasca con un progetto rivolto ai giovani.
    Partita a febbraio, la prima fase del progetto ha previsto un pacchetto formativo sull'e-Mobility incentrato su tecnologia di base, modalità di ricarica, stili di guida, caratteristiche specifiche dell'elettrificazione, manutenzione e sicurezza. Si è partiti con un corso on-line su una piattaforma già usata da Stellantis per il training dei dipendenti, proseguendo poi con lezioni in classi virtuali. Conclusione con un test di apprendimento e una sessione di test drive, quest'ultima avvenuta oggi. All'appuntamento ha partecipato, fra gli altri, l'assessore all'Industria del Piemonte, Andrea Tronzano, mentre il presidente della Regione, Alberto Cirio, ha mandato un video di saluto. "L'elettrico, fondamentale per il futuro dell'auto - ha detto Cirio - può essere una grande risorsa industriale per il Piemonte: coinvolgere i giovani in questo cambiamento è un'iniziativa importante, che avrà tutto il nostro sostegno per il futuro". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie