Cupra Born, alla prova del grande freddo

La prima 100% elettrica della casa testata al Circolo Polare

Redazione ANSA MILANO

La prima full-electric di Cupra ha superato l'esame del grande freddo. Tra le curve di un circuito a pochi chilometri dal Circolo Polare Artico, la Cupra Born è infatti stata testata per verificarne i parametri e il rendimento, in vista della presentazione del prossimo mese di maggio. Il circuito, di 6 chilometri quadrati, è stati progettato sopra un lago ghiacciato, un ambiente estremamente inospitale in cui gli ingegneri di Cupra hanno testato per gli ultimi due anni la vettura, con tecnologie all'avanguardia finalizzate a portare lo sviluppo dell'auto ai massimi livelli.
    Ora, durante gli ultimi test prima del lancio, Cupra Born viene portata al limite in condizioni estreme. Nella fase decisiva dello sviluppo di Cupra Born, il team sottopone il nuovo modello 100% elettrico a un migliaio di test con le temperature più basse del pianeta. Il test di durabilità, ad esempio, consiste nel guidare l'auto per 30mila km, giorno e notte. Sul circuito ghiacciato viene anche testato il DCC (controllo dinamico dell'assetto) e le differenti opzioni di regolazione degli ammortizzatori. La parte interna della pista è più lucida, quella esterna meno, per favorire lo slittamento. Gli ingegneri assicurano così la sportività dell'auto, aspetto che va di pari passo con i massimi livelli di sicurezza. Per testare la frenata, poi, Born viene testata anche sul misto ghiaccio-asfalto per valutare i differenti livelli di aderenza.
    Sul versante comfort e climatizzazione, anche a -30º C, il nuovo modello ha garantito la massima potenza di riscaldamento.
    La presentazione mondiale di Cupra Born, primo modello 100% elettrico di Cupra, avverrà a inizio maggio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie