Angelini,ordinanza Tar Lazio non inficia valore Tachipirina

Azienda, riguarda solo libertà prescrittiva medico

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 MAR - La recente ordinanza del TAR del Lazio che ha accolto l'istanza cautelare promossa dai medici del 'Comitato Cura Domiciliare Covid-19' nei confronti del Ministero della Salute e di Aifa, sospendendo l'efficacia di una nota Aifa del 9 dicembre 2020 che prevedeva nei primi giorni di malattia in casi lievi o asintomatici la sola "vigile attesa" e somministrazione di fans e paracetamolo o dell'eparina solo per gli allettati, "non mette in nessun modo in discussione l'efficacia terapeutica e la sicurezza del paracetamolo relativamente alle sue indicazioni come antipiretico e antidolorifico. Riguarda esclusivamente la libertà prescrittiva del medico di medicina generale per la cura domiciliare del COVID-19". È quanto precisa in una nota Angelini Pharma.
    "Il paracetamolo, commercializzato da Angelini Pharma con il nome Tachipirina- prosegue la nota- è un analgesico e antipiretico ampiamente utilizzato il cui profilo di sicurezza è stato confermato negli anni da numerosi studi clinici. Assunto ai dosaggi consigliati dal medico (adeguati a ridurre la febbre e controllare il dolore) il paracetamolo è un farmaco efficace, con elevato profilo di sicurezza e molto ben tollerato da adulti e bambini. È il farmaco antipiretico raccomandato da linee guida nazionali e internazionali per abbassare la febbre nei bambini e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per curare il dolore".
    "Desideriamo inoltre chiarire- aggiunge l'azienda - che l'utilizzo del nome commerciale Tachipirinain luogo della molecola paracetamolo può risultare scorretto, fuorviante".
    "Angelini Pharma -è la conclusione -ribadisce il proprio impegno in prima linea per la lotta al COVID-19, a fianco di medici e istituzioni con la propria attività di ricerca e produzione di farmaci e la propria responsabilità sociale e continuerà a garantire il massimo sforzo per dare il suo contributo per superare al più presto la pandemia". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA