Istat-Iss, in maggio esaurito eccesso mortalità

Decessi totali inferiori alla media del periodo 2015-2019. In Lombardia il numero dei morti più marcato

Redazione ANSA ROMA

 "Nel mese di maggio si esaurisce il drammatico "eccesso di mortalità" dei mesi di marzo e aprile 2020, grazie alle misure di prevenzione non farmacologiche messe in atto". Emerge dal terzo Rapporto Istat-Iss sulla mortalità totale e dei soggetti positivi al Covid-19 deceduti in maggio.
    A livello medio nazionale, i decessi totali di maggio risultano lievemente inferiori alla media dello stesso mese del periodo 2015-2019. Solo nell'area ad alta diffusione dell'epidemia persiste ancora in maggio un lieve eccesso di mortalità (3,9%).  "Il primato spetta alla Lombardia".   

Nel mese di maggio in Lombardia si osserva l'eccesso di decessi più marcato (8,6%), sebbene sia considerevolmente inferiore all'incremento del 190% riscontrato nella stessa regione nel mese di marzo e al 112% del mese di aprile. Questo quanto emerge dal terzo Rapporto Istat-Iss sulla mortalità totale e dei soggetti positivi al Covid-19 deceduti in maggio. L'eccesso di mortalità più accentuato si osserva nella provincia di Lecco (20,2%), comunque interessata da una importante diminuzione della mortalità rispetto agli incrementi di marzo (185%) e di aprile (129%)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA