Covid: dai pediatri dell'Emilia-Romagna un manifesto pro-vax

I medici si rivolgono agli adolescenti: "Vaccini sicuri"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Un gruppo di pediatri dell'Emilia-Romagna ha scritto un manifesto in 15 punti per spiegare che il vaccino "è efficace e sicuro" per gli adolescenti e per invitare i giovani tra i 12 e i 17 anni a vaccinarsi.
    "Il Sars-Cov-2 può causare una patologia grave anche nei ragazzi e i dati sulle ospedalizzazioni dimostrano che l'infezione non risparmia la fascia più giovane - scrivono rivolgendosi agli adolescenti - La pandemia da Covid ha colpito persone a noi care e alcuni di noi hanno dovuto affrontare la perdita prematura di amici o parenti. Vaccinandoci tuteleremo le persone che entrano in contatto con noi, inclusi familiari, alcuni amici e compagni di classe meno fortunati, che per una carenza dello loro difese immunitarie hanno una minore capacità di potersi proteggere da Covid - A seguito dei lockdown, i ricoveri nei reparti di pediatria per depressione, stati d'ansia e disturbi del comportamento alimentare tra gli adolescenti sono aumentati in modo vertiginoso". I pediatri parlano delle "chiusure prolungate" di scuole e università che hanno "prodotto una drammatica perdita di apprendimento" e sottolineano che i problemi cardiaci (miocarditi e pericarditi) che si sarebbero verificati in alcuni ragazzi vaccinati contro Covid negli Stati Uniti e in Israele sono stati rarissimi e "si sono sempre risolti senza problemi".
    "I vaccini contro Covid non hanno alcuna influenza sulla fertilità né possono causare effetti collaterali sul nostro sviluppo o la nostra crescita - proseguono - Se ci vacciniamo in tantissimi possiamo contribuire a ridurre la circolazione del virus e, di conseguenza, la comparsa di varianti virali più contagiose o aggressive che riducono l'efficacia dei vaccini.
    Come impariamo ogni giorno, dobbiamo avere fiducia nella scienza che ci dice che la scelta del vaccino in questo momento è quella più opportuna per la nostra salute e quella degli altri".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA