Rsa:comitato Orsan,domani scade ordinanza visite,intervenire

Francolino,pronti con esposto;7 richieste a Speranza

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 29 LUG - Domani scade l'ordinanza ministeriale firmata dal ministro Speranza lo scorso 8 maggio per consentire la ripresa delle visite all'interno delle Rsa/Rsd italiane "e se non interverranno atti ed elementi che prolungheranno l'ordinanza oltre la sua scadenza attuale, domani in giornata il comitato Orsan-Open Rsa Now depositerà un esposto alla Procura della Repubblica di Monza contro Regioni, Asl e Ats". Così in una nota il comitato Orsan che chiede "al ministero della Salute una circolare attuativa che contenga: ingresso libero 7/7 con Green Pass per almeno 1 familiare, possibilmente 2; nessuna quarantena post uscite per visite e consulti medici e/o specialistici (dentista, oculista, visite ortopediche, etc) e possibilmente neanche dopo uscite per un gelato e/o una passeggiata; aumento ad un minimo di 45 minuti della durata delle visite; coinvolgimento dei familiari o delle associazioni di volontariato nella gestione delle pratiche di accesso alle strutture, per snellire i tempi di ingresso; privacy negli incontri senza personale sanitario che controlli ogni visita; obbligo per le Regioni di seguire l'intero processo a cascata, inviando circolare alle Ats e quindi alle Rsa; controlli a campione dei Nas e del ministero anche dopo i fatti accaduti in una struttura socioassistenziale per disabili psichici di Serradifalco, in provincia di Caltanissetta.
    "La guerra al virus sarà lunga. Secondo molti scienziati diventerà endemico ed è chiaro che occorre conviverci trovando soluzioni anche per poter avere accessi liberi e definitivi nelle Rsa, Rsd e ospedali italiani", afferma il presidente del comitato Orsan, Dario Francolino, che ringrazia Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna per essersi "attivate per le verifiche delle inadempienze nelle strutture segnalate" e in particolare "il presidente Cirio. Mancano però all'appello 18 regioni e ci sconcerta il silenzio assordante e ingiustificato dei grandi gruppi che operano nel settore (Korian, Kos, Anni Azzurri)", dice Francolino. E annuncia che "il Comitato civico Orsan-Open rsa Now diventerà un'associazione per la tutela dei diritti delle persone che vivono in Rsa e Rsd e sarà un Osservatorio permanente a livello nazionale per vigilare e collaborare al fianco di ministero e Regioni sulle condizioni di vita presenti in queste strutture di comunità". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA