>ANSA-IL-PUNTO/COVID Abruzzo, un solo paziente in intensiva

Covid Hospital Pescara si svuota. Oggi solo 22 nuovi casi

Redazione ANSA PESCARA

(ANSA) - PESCARA, 17 GIU - Un solo paziente ricoverato nelle terapie intensive abruzzesi a causa del Covid-19. Il dato non era così basso da oltre nove mesi e, cioè, dall'inizio del settembre 2020. Al punto che il Covid Hospital di Pescara - struttura realizzata in tempi record nella scorsa primavera per far fronte all'emergenza - si è quasi svuotato: solo otto i pazienti ricoverati e nessuno è in rianimazione.
    Nelle ultime ore, a livello regionale, i pazienti ricoverati in rianimazione sono scesi di due unità. Diminuiscono anche i ricoveri in area medica, che passano dai 61 di ieri ai 56 di oggi. Il tasso di occupazione dei posti letto scende ancora ed arriva all'1% per le terapie intensive e al 4% per l'area medica. Entrambi i valori sono lontanissimi dalle soglie di allarme, fissate al 20 e al 30%.
    I nuovi casi accertati con i test delle ultime ore sono 22 (di età compresa tra 3 e 55 anni). Sono emersi dall'analisi di 2.352 tamponi molecolari: è risultato positivo lo 0,94% dei campioni. Si registra un decesso recente, un 79enne del Chietino. Il bilancio delle vittime sale a 2.507.
    Gli attualmente positivi sono 1302 (-57). In isolamento domiciliare ci sono 1.245 persone (-50). I guariti, invece, sono 70.736 (+78). Dei 74.545 casi complessivamente accertati in Abruzzo, 18.905 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+8), 19391 in provincia di Chieti (+9), 18168 in provincia di Pescara (invariato), 17358 in provincia di Teramo (+6) e 595 fuori regione (invariato), mentre per 128 (-1) sono in corso verifiche sulla provenienza.
    Il trend, nel complesso, è sempre più favorevole. L'incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti - il parametro principale per la classificazione delle regioni in aree di rischio colorate - scende ancora e arriva a 12 (per la zona bianca deve essere inferiore a 50). Il quadro più favorevole è quello del Pescarese che, con un'incidenza pari a 3 è tra le migliori province d'Italia. Poi ci sono il Chietino (10), la provincia di Teramo (14) e quella dell'Aquila (22).
    Intanto tornano gli open day per i vaccini a Pescara.
    Stavolta sono riservati agli over 60 residenti in città.
    Verranno utilizzati 700 vaccini del tipo Janssen, cioè quelli del gruppo Johnson & Johnson, gli unici monodose tra quelli al momento disponibili. Per poter procedere alla prenotazione di un giorno e di un orario, l'utente interessato dovrà collegarsi al sito istituzionale del Comune di Pescara (www.comune.pescara.it), accedere alla sezione "Prenotazione - Vaccinazione anti-Covid 19" e quindi selezionare il pulsante "prenota vaccinazione per residente nel Comune di Pescara".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA