Radioterapia per le aritmie, Reggio Emilia in studio europeo

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 19 GIU - Verificare l'efficacia della radioterapia nel trattamento delle tachicardie ventricolari che non rispondono a cure farmacologiche e interventi di altro genere. È lo scopo di un progetto di ricerca europeo, StopStorm, finanziato dall'Ue con 7,1 milioni nel programma Horizon 2020.
    Coordinato dall'Olanda, coinvolge 31 centri di otto Paesi Ue fra cui la Ausl Irccs di Reggio Emilia.
    StopStorm, che ha un orizzonte temporale di sette anni, ha lo scopo di verificare le prime osservazioni secondo cui un particolare tipo di radioterapia, ad alta precisione, sembri permettere un buon controllo della malattia e un aumento dell'attesa di vita. L'Ausl-Irccs reggiana, con le équipe dei reparti di cardiologia, radioterapia oncologica, fisica medica e l'unità di bioetica partecipa con due compiti: la verifica della qualità dei trattamenti pianificati dai 31 centri partecipanti e la gestione degli aspetti etici e giuridici a livello nazionale ed europeo relativi alla conduzione dello studio. Il protocollo di studio sarà sottoposto al comitato etico aziendale per introdurre il trattamento innovativo anche a Reggio Emilia.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA