>ANSA-IL-PUNTO/ COVID: In E-R timido rialzo dei contagi

'Situazione non è ancora preoccupante, ma serve vaccinarsi'

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 09 LUG - Timido rimbalzo dei contagi di coronavirus in Emilia-Romagna: questa settimana si inverte il trend di calo dei nuovi casi che andava avanti ormai costante da ben 17 settimane. Non si tratta ancora di un rialzo preoccupante, come sottolinea l'assessore regionale alla Salute Raffaele Donini, ma è spia di un'attenzione che deve restare alta per le misure di prevenzione e della necessità di accelerare coi vaccini, soprattutto tra i giovanissimi e tra quegli over 60 che ancora mancano all'appello. Per questi ultimi diverse Asl stanno organizzando serate e giornate di open day, anche in fiere e mercati con ambulatori mobili, privilegiando le somministrazioni 'one shot' con il vaccino Janssen.
    Nel bollettino odierno dei contagi si torna a sfiorare quota cento (99), soglia che non si supera dal 14 giugno scorso.
    "Sicuramente non sono i numeri della settimana scorsa (quando i nuovi casi erano scesi sotto quota 50, ndr) - sottolinea Donini - ma il tasso di incidenza è ancora molto basso, inferiore al 10 probabilmente. E soprattutto il livello delle ospedalizzazioni è un livello molto basso".
    Il rimbalzo di contagi, lieve, non ha ancora un riflesso sui ricoveri ospedalieri che continuano a calare. Chiaro, tuttavia, "che più circola il virus più si può arrivare a un aumento dell'Rt". Donini sottolinea pure che "la variante Delta sarà presto predominante" e "aumenterà la diffusività del virus". Al momento in regione si stima sia presente per il 23-25% dei nuovi contagi. Importante è vaccinarsi, ha ripetuto Donini, sfruttando il "vantaggio competitivo dell'estate".
    La campagna vaccinale prosegue. Sono state somministrate (dati aggiornati alle 17) complessivamente 4.140.304 dosi. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 1.630.046, il 36,5% della popolazione il 40,6% della platea vaccinale che esclude i bambini sotto i 12 anni. I cittadini che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino sono invece poco più di 2,6 milioni, ovvero il 58,2% della popolazione e il 64,7% della platea.
    Quanto al timore di scarsità di forniture, Donini ha rassicurato: "Nel mese di luglio ci sarà la possibilità, per tutti coloro che necessitano la seconda dose, di poterla eseguire". Garantita la possibilità di vaccinarsi "per coloro che hanno prenotato a luglio". Restano aperte, insiste Donini, "le prenotazioni per le categorie 12-19 anni e anche per gli over 60, quei pochi che non sono ancora vaccinati".
    Si guarda anche all'inizio dell'anno scolastico dopo le vacanze estive: la Regione Emilia-Romagna si prepara a vaccinare ragazzi e personale anche in prossimità delle scuole. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA