Pneumologo Trieste, pazienti tutti novax, dopo cambiano idea

Confalonieri, ora pochi ricoveri, tutti non immunizzati

Redazione ANSA TRIESTE

(ANSA) - TRIESTE, 26 AGO - "Oggi ci sono ancora pazienti positivi al Covid" ricoverati nel reparto di Pneumologia di Trieste. "Adesso sono pochi, ma sono tutti non vaccinati. Questo è un dato che deve far riflettere". Inoltre i non vaccinati, una volta che si ammalano e vengono curati, "capiscono che la paura del vaccino forse era esagerata rispetto alla paura della malattia grave da Covid. La malattia grave da Covid è quella di cui veramente dobbiamo aver paura". Lo ha sottolineato il direttore della struttura complessa di Pneumologia di Trieste, Marco Confalonieri, parlando dei pazienti affetti da Covid in cura all'ospedale Cattinara.
    "I soggetti più a rischio sono coloro che hanno tra i 50 e i 75-80 anni - ha spiegato - sono quelli che si vedono più spesso in reparto e non sono vaccinati. Rarissimi gli anziani, sopra i 75-80 anni. C'è qualche giovane che prima non si vedeva, ma sono numeri molto bassi rispetto alle ondate precedenti e fino a maggio". La vaccinazione, ha insistito, "è una risposta fenomenale, lo dimostrano i dati". Nei prossimi mesi "ci si aspetta, come tutti i virus respiratori, una probabile recrudescenza: cercheremo di far fronte sperando in una minor riduzione delle attività sanitarie e in una minor portata di questa eventuale quarta ondata".
    Oggi al reparto di Pneumologia dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano isontina (Asugi) è stato donato dai Rotary Club della Venezia Giulia un ecografo portatile Lumiey di ultima generazione, a larga banda, completo di due sonde un tablet. "Lo strumento sarà utilissimo per i pazienti Covid ma non solo - ha spiegato Confalonieri - perché come è immaginabile l'utilizzo di tute, maschere e guanti rende l'esame fisico usuale impossibile. L'ecografo ci dà molte informazioni dell'esame obiettivo in altro modo e ci consente di fare diagnosi precise e di seguire il paziente giorno per giorno".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA