Covid:con mascherina bimbi 3-5 anni non comprendono emozioni

Ricercatori Iit, potrebbe influenzare corretto sviluppo sociale

Redazione ANSA GENOVA

(ANSA) - GENOVA, 10 GIU - I bambini tra i 3 e I 5 anni riescono a capire le emozioni che si nascondono sotto le mascherine anti Covid solo il 40% delle volte. E' il risultato di uno studio pubblicato sulla rivista accademica 'Frontiers in Psychology' da un team di tre ricercatrici dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. L'analisi considera per la prima volta la fascia prescolastica per il test e suggerisce le misure per mitigare una problematica di comprensione che "potrebbe influenzare il corretto sviluppo sociale delle nuove generazioni".
    Il team di ricerca guidato da Monica Gori fa emergere "un effetto collaterale delle misure di prevenzione nell'ambito della emergenza sanitaria Covid-19, che potrebbe influenzare il corretto sviluppo delle capacità di interazione sociale nei bambini". Tanto che un documento redatto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall'Unicef fornisce una guida ai decisori e alle autorità in contesti pubblici e professionali sull'uso delle maschere per bambini nel contesto della pandemia "scoraggiando l'esposizione all'uso di mascherine quando si ha a che fare con bambini fino a cinque anni, dal momento che in quella fascia di età si raggiungono importanti traguardi evolutivi". Inoltre anche per bambini di età più avanzata, l'OMS consiglia di "valutare attentamente i vantaggi di indossare mascherine contro potenziali danni che comprendono problemi sociali, psicologici, di comunicazione e di apprendimento".
    Lo studio dell'Iit evidenzia come anche se tra i 3 e i 5 anni in Italia non viga l'obbligo di indossare mascherine, "i bambini sono comunque esposti all'uso di tali misure preventive in diversi contesti sociali ed educativi quotidiani". I ricercatori IIT hanno preparato un questionario contente immagini di persone con e senza mascherina e somministrato mediante computer, tablet o smartphone a 119 soggetti di cui 31 bambini tra i 3 e i 5 anni, 49 bambini trai 6 e gli 8 anni e 39 adulti tra i 18 e i 30 anni. I soggetti, in autonomia o con l'assistenza dei genitori nel caso dei più giovani, dovevano provare a riconoscere le espressioni dei volti, con e senza mascherina chirurgica, che esprimevano diverse emozioni quali: allegria, tristezza, paura e rabbia. I risultati hanno dimostrato come i bambini tra i 3 e i 5 anni siano in grado di riconoscere le espressioni facciali che esprimono felicità e tristezza se coperte dalla mascherina solo il 40% delle volte.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA