Tumori: allo Ieo nuovo servizio di Diagnostica Molecolare

Profilo genico personalizzato per trovare biomarcatori

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 13 GIU - E' rivolto ad ospedali, laboratori, specialisti ma anche singoli pazienti che hanno bisogno di un profilo genico tumorale completo il nuovo servizio di Diagnostica Molecolare Personalizzata dell'Istituto Europeo di Oncologia.
    Stessi tumori si presentano in modo diverso a seconda dei pazienti e oggi è possibile scoprire queste differenze grazie ad alcuni biomarcatori chiamati "firme molecolari": insiemi di geni con specifiche alterazioni, che in alcuni casi possono essere trattati con farmaci di precisione.
    "L'Italia si colloca fra i Paesi europei che ha discreta disponibilità di nuovi farmaci ma minore disponibilità di test per individuare le alterazioni bersaglio - ha spiegato Massimo Barberis, Direttore dell'Unità Clinica di Diagnostica Oncologica Ieo e responsabile del progetto - Effettivamente non tutti gli ospedali dispongono di un laboratorio di diagnostica molecolare avanzato e non tutti i laboratori sono in grado di far fronte all'aumento della domanda di test d'avanguardia". Per questo all'istituto europeo hanno deciso di "potenziare dal punto di vista tecnologico e organizzativo" il servizio "interno di Diagnostica Molecolare e di offrirlo anche a soggetti esterni".
    "È doveroso precisare - ha però sottolineato Barberis - che, ad oggi, su 100 pazienti, solo in una percentuale inferiore al 20% troviamo alterazioni cosiddette 'druggable', per le quali è disponibile un farmaco specifico. Ma va allo stesso modo sottolineato che il cancro è una malattia dinamica, in continuo cambiamento, capace di sviluppare resistenza ai farmaci e il profilo genico completo aiuta ad adattare correttamente nel tempo le terapie. Questo significa che non sempre riusciamo ad ottenere una regressione della malattia, ma spesso riusciamo a renderla cronica".
    Il nuovo servizio "è un passo in più verso la 'Genomic Driven Medicine' - ha aggiunto Roberto Orecchia, Direttore Scientifico Ieo - che sta diventando realtà grazie allo sviluppo di infrastrutture tecnologiche frutto dei progressi nella comprensione dei meccanismi biologici dei tumori e dell'esplosione delle scienze informatiche applicate alla biologia". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA