Covid: studio, impatto ancora forte su ricoveri ospedalieri

Indagine Santi Paolo e Carlo e Università Milano

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 25 LUG - Il Covid-19 continua ad avere un impatto molto forte sulla popolazione, non solo a livello di contagi, ma anche di ricoveri ospedalieri e decessi: solo una bassa percentuale dei ricoveri sono di pazienti positivi al tampone asintomatici, mentre i rimanenti sono in ospedale per patologie correlate al Covid. E' quanto emerge da uno studio di ASST Santi Paolo e Carlo e Università degli Studi di Milano, che ha preso in considerazione gli accessi al pronto soccorso degli ospedali San Paolo e San Carlo dal 12 al 19 luglio, i giorni del picco dell'ondata Omicron 4/5.
    Secondo l'indagine, tra i positivi circa il 20% dei ricoveri sono di pazienti positivi al tampone asintomatici, mentre l'80% è in ospedale per patologie correlate al Covid. In particolare, su un totale di 122 postivi, pari al 4.8% degli accessi totali, 97 persone - il 79.5% del campione - si sono recate al pronto soccorso per patologie correlate ad una sintomatologia Covid e soltanto 25 si sono recati al pronto soccorso per altre patologie e hanno scoperto di essere positivi al tampone.
    "L'analisi che emerge da questi dati suggerisce di porre ancora grande attenzione alle possibili evoluzioni nel prossimo autunno/inverno in cui le condizioni climatiche potrebbero variare l'impatto clinico del virus", commenta il professor Stefano Centanni, direttore del Dipartimento Cardio Respiratorio dell'Asst Santi Paolo e Carlo e docente di Malattie del Sistema Respiratorio presso l'Università degli Studi di Milano. "Il quadro epidemiologico è in miglioramento - precisa il professor Carlo La Vecchia - abbiamo raggiunto il picco dei positivi e nelle prossime settimane dovremo assistere a un rallentamento di contagi. Tuttavia gran parte dei ricoverati lo sono per e non con il Covid". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA