Vaccini: Isernia, 15mila dosi somministrate in Hub Difesa

Carabinieri e medico Asrem ancora attivi fino al 24 luglio

Redazione ANSA ISERNIA

(ANSA) - ISERNIA, 05 LUG - Quindicimila dosi, tra Pfizer, Moderna, AstraZeneca, somministrate in quattro mesi nel Presidio Vaccinale Difesa dell'Auditorium 'Unità d'Italia' di Isernia con una media giornaliera di 250 e punte di 300 inoculazioni. Di giorno in giorno ha guadagnato la fiducia dei cittadini che oggi, in fila per il richiamo, hanno appreso con dispiacere la data di dismissione dell'Hub: il 24 luglio prossimo. "E' molto organizzato - hanno detto all'ANSA - poiché l'attesa non è sotto il sole e il personale è davvero gentile e soprattutto competente". La squadra è composta da 10 persone: medici e infermieri dell'Arma dei Carabinieri, una rappresentanza della Protezione Civile del Molise e il medico dell'Asrem Michele Notario, tra i 3000 vaccinatori della Piattaforma della 'chiamata alle armi' di Domenico Arcuri.
    "Il bilancio - ha detto Notario che accoglie tutti con calma serafica e disponibilità a sciogliere ogni dubbio - lo lascio alla popolazione che, anche a distanza, ci riserva manifestazioni di grande affetto".Notario ha insistito molto sul concetto di 'squadra' con i carabinieri che ha garantito il perfetto funzionamento del presidio: "ognuno ha il proprio ruolo, tra noi c'è grande collaborazione".
    Non sono mancati i momenti difficili: "Ricordo i timori per AstraZeneca e, ora, i timori per l'anticipazione sui tempi della seconda dose. La paura è stata la nostra grande nemica, però alla gente bisogna parlare chiaro, bisogna spiegare e tutti affrontano la vaccinazione in maniera consapevole e meno spaventati". La grande sorpresa sono stati gli adolescenti: "Vogliono il green pass e vogliono riprendersi la loro vita. Il loro spirito è quello giusto". Tra qualche giorno sarà la volta dei bambini: "Siamo pronti per affrontare i loro genitori, qualora avessero dubbi". Tra poche settimane la squadra dell'Auditorium si scioglierà: "E' stata un'esperienza stupenda - ha sottolineato Notario - pensi che i carabinieri con cui ho lavorato arrivano: da Padova, da Bologna, Vibo Valentia, Foggia, loro continueranno a girare tra i vari Hub misti, mentre io andrò all'Ospedale di Isernia forte del nostro grande lavoro iniziato l'8 marzo scorso" (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA