Sanità: Primiani (M5s), 'falle in rete emergenza-urgenza'

Consigliere regionale, scelte scellerate, Toma chiarisca

Redazione ANSA CAMPOBASSO

(ANSA) - CAMPOBASSO, 08 LUG - La sanità molisana ancora al centro di polemiche e critiche. Il nuovo 'caso' relativo alla demedicalizzazione della postazione 118 di via Montegrappa a Campobasso e "le falle della rete regionale dell'emergenza-urgenza" arrivano in Consiglio regionale attraverso una interrogazione a firma del consigliere Angelo Primiani (M5s). "Nel Molise carente di personale medico, con i contagi (Covid) in crescita e con una viabilità disastrata, il commissario alla Sanità (Donato Toma) e il direttore generale Asrem (Oreste Florenzano) - scrive l'esponente della minoranza - in pochi giorni, hanno tagliato le Usca e stanno sottraendo medici alle principali postazioni del 118". Per Primiani si tratta "di una scelta scellerata anche visti i tempi d'intervento aumentati negli anni. Toma deve spiegare ai molisani quali sono i motivi e i criteri seguiti per decidere di demedicalizzare le postazioni del 118 a partire dalla Montegrappa e quali provvedimenti intende adottare per risolvere la carenza dei medici in queste postazioni. Ma deve anche spiegare - aggiunge il consigliere - perché sono aumentati i tempi d'intervento e cosa stanno facendo la Struttura commissariale e l'Azienda sanitaria per rispettare gli standard temporali. Quanto sta accadendo sulla gestione del comparto sanitario è grave. Ed è altrettanto grave il fatto che contro certe decisioni non si pronunci l'intero Consiglio regionale".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA