Vaccini: Orifici(Fsi),obbligo? difficile attuare sospensione

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 09 GIU - "Tutte le categorie professionali sanitarie, nessuna esclusa, presentano in Piemonte numeri di non vaccinati di assoluto rilievo. L'applicazione della legge che prevede la misura estrema della sospensione dal servizio senza retribuzione diviene pertanto di difficilissima attuazione, specie nel periodo estivo con i piani ferie già autorizzati e con la consueta riduzione di talune attività". Così il segretario regionale Fsi-Usae del Piemonte, Salvatore Orifici, difende il personale che non ha ottemperato all'obbligo di legge di vaccinarsi contro il Covid-19.
    "A questo - sottolinea Orifici - si aggiunga la difficoltà del recupero delle liste d'attesa createsi dal forzato stop per l'emergenza sanitaria, una mole di lavoro straordinaria che richiede già di per sé la presenza degli organici a pieno regime, a cui si aggiunge la campagna vaccinale, altra attività che assorbe non poche risorse".
    "Ma non solo - aggiunge - le prestazioni aggiuntive finora rese dal personale non hanno trovato il corretto corrispettivo economico concordato a livello regionale e qualora non si risolva subito questo aspetto, il rischio è di avere sempre meno adesioni per le prestazioni straordinarie e di mandare il tilt il piano di recupero delle attività sanitarie".
    "L'unica soluzione ragionevole - conclude - è rinviare a fine giugno il confronto confronto con la Regione", che ieri aveva sollecitato i sindacati di sanitari in un incontro in assessorato. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA