Torna al Mauriziano di Torino la Scuola di Chirurgia Epatica

Dopo stop per la pandemia riprendono eventi formativi in sanità

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 15 GIU - Tornano gli eventi formativi in presenza all'ospedale Mauriziano di Torino. Dopo lo stop dello scorso anno a causa della pandemia, riparte in presenza, seppure con le dovute precauzioni, la Scuola di Chirurgia Epatica dell'Acoi, l'Associazione chirurghi ospedalieri italiani fondata nel 2008 dal dottor Lorenzo Capussotti e ora diretta dal suo allievo, Alessandro Ferrero.
    L' evento formativo, a cui partecipano ogni anno circa 20 tra chirurghi e chirurghe da tutta Italia, rappresenta un punto di riferimento per chi vuole specializzarsi nella chirurgia del fegato e delle vie biliari. Nelle due settimane di lezioni si avvicenderanno docenti di Chirurgia epatica provenienti dai Centri di riferimento italiani ed ogni giorno verranno trasmessi in diretta agli allievi resezioni epatiche, sia in chirurgia aperta che laparoscopica, eseguite nelle sale operatorie dell'ospedale Mauriziano. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA