Intervento innovativo cuore, per cardiologo 'primi al mondo'

(V. "Intervento rivoluzionario al cuore ...", delle 11:37)

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 29 GIU - "Siamo i primi al mondo ad avere combinato l'approccio epicardico, ovvero esterno al cuore, non chirurgico mini-invasivo per l'ablazione della fibrillazione atriale alla legatura esterna dell'epicardio. Oltre a essere tra i circa i 15 al mondo che praticano l'ablazione epicardica". A sottolinearlo all'ANSA è il cardiologo del Mauriziano Stefano Grossi, responsabile dell'elettrofisiologia dell'ospedale, dopo un intervento su un paziente di 56 anni.
    "L'intervento tradizionale - ha spiegato - prevede l'ingresso dalla superficie interna del cuore, ma in alcuni pazienti può risultare inefficace, se le cellule da bruciare sono verso l'esterno e il cuore è particolarmente compromesso. Con l'altro tipo di intervento non chirurgico, per il quale si usano cateteri, normalmente si arriva alle vene e si può arrivare alla superficie del cuore, come abbiamo fatto. L'approccio epicardico è una tecnica inventata in Brasile, dove sono andato ad impararla e che pratico da 15 anni. A questa - ha aggiunto - abbiamo aggiunto la chiusura dell'auricola, favorita dalla commercializzazione di un laccio che la chiude strozzandola".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA