Sanità: Cup regionale, al lavoro 206 operatori

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 11 LUG - "Il servizio offerto dal Cup unico regionale è gestire le prenotazioni sanitarie per i cittadini alla luce degli slot messi a disposizione dalle singole Aziende sanitarie. Per rispondere alle richieste, gli operatori cercano le disponibilità partendo dal distretto per allargarsi eventualmente all'Azienda, all'area omogenea più vicina, e spingendosi nei casi più difficili alle altre aree". Lo ha spiegato oggi il coordinatore del Cup regionale Gianfranco Barberis, che con il responsabile della struttura tecnologica Asl Città di Torino Francesco Pensalfini ha risposto al capogruppo di Luv in Regione Marco Grimaldi, dal quale è partita la richiesta del sopralluogo al Cup compiuto oggi dalla Commissione Sanità del Consiglio regionale.
    "A partire dall'ottobre scorso - ha detto il responsabile del call center Attilio Castellano rispondendo ad Alessandra Biletta (Fi) - il personale del Cup è aumentato. Al momento ci sono 206 operatori che ruotano su turni dalle 8 alle 20 dal lunedì alla domenica, la maggior parte con contratto part time di 25 ore".
    A Francesca Frediani (M4o) e Gianluca Gavazza (Lega) che lo interrogavano sulla formazione degli operatori, Pensalfini ha risposto che "la formazione è continua e prevede sia una parte nozionistica sia una parte di affiancamento per la gestione delle richieste degli utenti".
    "Colmare la distanza tra domanda e offerta - ha detto sempre Pensalvini, rispondendo a Alberto Avetta (Pd) - non passa dal call center, ma è demandata alle Aziende e all'Assessorato, che hanno gli strumenti per operare confronti". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA