Neuropsichiatria infantile, sì giunta Piemonte a potenziare

Icardi, misure per Covid 19 sommate a trend di aumento richieste

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 25 LUG - La Giunta regionale del Piemonte ha approvato le indicazioni per il potenziamento dei servizi territoriali e ospedalieri di Neuropsichiatria infantile e dell'adolescenza nella regione, su proposta dell'assessore alla Sanità, Luigi Icardi. A causa della pandemia da Covid-19 e delle misure messe in atto per contenerla, secondo quanto evidenziato da Icardi, i bambini e gli adolescenti hanno dovuto subire cambiamenti sostanziali negli ambienti di vita, nelle routine quotidiane e nelle reti relazionali, educative e sociali che normalmente favoriscono la promozione della salute e la resilienza agli eventi traumatici. Misure di contenimento che hanno comportato la prolungata chiusura della scuola, l'isolamento in ambiente domestico e l'indicazione inflessibile al distanziamento fisico per bambini e ragazzi. Gli effetti della pandemia, sempre secondo l'assessore, si sono sovrapposti a un trend di per sé già in costante aumento, da più di dieci anni, delle richieste ai servizi di Neuropsichiatria infantile e dell'adolescenza (Npia).
    La rimodulazione e il potenziamento riguardano tre aree specifiche di intervento: l'adeguamento del personale, l'adeguamento e l'innovazione delle risorse e l'adeguamento specificazione innovazione e omogeneizzazione dei percorsi di cura. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA