Sanità: infermieri sospesi; Ordine, 'Sindacato ignora leggi'

(v. 'Sanità: in Toscana 96 infermieri...', delle 15:48 circa)

Redazione ANSA FIRENZE

(ANSA) - FIRENZE, 16 LUG - "E' sorprendente che un sindacato di categoria, quindi interamente dedicato alla professione, non conosca l'iter che c'è alle spalle di questo provvedimento".
    Così il presidente dell'Ordine degli infermieri di Firenze e Pistoia, Danilo Massai, commentando l'affermazione del sindacato Nursind che ha definito "assurda" la decisione dello stesso ordine di sospendere 96 infermieri perché sprovvisti di pec.
    "«La legge parla chiaro - prosegue Massai - e prevedeva la sospensione dei colleghi non in regola con la pec da luglio 2020, un anno fa. In quel momento avevamo 8.200 infermieri senza Pec su 9000 iscritti. Non li abbiamo sospesi, come chiedeva in Ministero, ma abbiamo attivato una pec gratuita e avviato una massiccia campagna informativa. Siamo andati avanti così, assumendocene la responsabilità,". "Abbiamo attivato - aggiunge ancora Massai - una lunga serie di azioni informative che si sono protratte per un intero anno, fra mail, newsletter, richieste di collaborazione alle singole aziende sanitarie, comunicati stampa e messaggi social. A maggio 2021, dopo nove mesi, avevamo 600 professionisti senza pec e non più 8.200.
    Abbiamo quindi inviato una lettera di diffida a tutti ed effettuato approfondimenti sui singoli casi, facendo scattare la sospensione per 96 professionisti, mentre altri 400 sono in fase di valutazione". "Ci saremmo aspettati - conclude - piuttosto un aiuto da parte del sindacato, che invece da mesi ha chiuso gli sportelli a causa del Covid". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA