Covid: "leggero" aumento incidenza casi in Umbria

Malattia al 90% in chi non ha copertura vaccinale efficace

Redazione ANSA PERUGIA

(ANSA) - PERUGIA, 12 AGO - E' in "leggero aumento", con 93 casi per 100.000 abitanti rispetto agli 87 della scorsa settimana, l'incidenza dei casi Covid in Umbria. Lo rivela l'aggiornamento sulla pandemia elaborato dal Nucleo epidemiologico regionale. Dati resi noti dall'assessore alla Sanità Luca Coletto.
    La peculiarità di questa fase della pandemia - in base sempre al report - è di concentrarsi in modo molto prevalente nella fascia di età fra 14 e 24 anni, anche se nell'ultima settimana continua un "leggero aumento" nelle classi fra 6 e 13 anni e 25-44.
    L'incidenza della malattia - viene spiegato - si concentra al 90% sui soggetti che non hanno una copertura vaccinale efficace (ciclo completo da almeno 15 giorni).
    Dallo studio degli epidemiologi Carla Bietta e Marco Cristofori emerge che la curva epidemica del Covid in Umbria presenta una "leggera inversione" di tendenza ma ancora con "una lieve tendenza all'aumento".
    L'indice Rt è indicato a 1,26 in base alla media mobile a 7 giorni. "Leggermente" al di sopra del range nazionale, è stato spiegato.
    Aumenta il rapporto fra tamponi molecolari e soggetti positivi, anche se il valore rimane per il nucleo epidemiologico regionale in una fascia di "non sovraccarico" del contact tracing. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA