Da stigma a continuità cura, al via i talk di Headway2023

Manifestazione sulla salute mentale dal 5 al 10 ottobre. ANSA partner

Redazione ANSA ROMA

Gli effetti psicologici della pandemia ma anche lo stigma e il pregiudizio sulla malattia mentale, l'importanza della continuità della cura dall'infanzia all'età adulta e gli effetti del Covid sulle donne negli ambienti di lavoro: sono questi i temi che verranno affrontati nei vari dibattiti di 'Headway2023-Cosa abbiamo nella mente', manifestazione di eventi sulla salute mentale, organizzata dal 5 al 10 ottobre da Angelini Pharma, con The European House-Ambrosetti e Tlon. Tutti i talk e i dibattiti saranno trasmessi in streaming dalle 18.00 alle 19.00 su www.harmoniamentis.it, www.ansa.it e i canali digitali e social di Angelini Pharma.

 

 

Dopo gli effetti della quarantena sulla salute mentale discussi il 7 ottobre con Francesco Benedetti, docente di Psichiatria dell'università Vita e Salute del San Raffaele di Milano, l'8 ottobre il confronto sarà sullo stigma e pregiudizio che accompagnano i disturbi mentali con Luca Mazzucchelli (psicologo), Alessia Squillace (Cittadinanzattiva), Francesco Baglioni (Progetto Itaca), Melissa Panarello (scrittrice) e Diego Passoni (Radio Deejay). Il 9 ottobre invece Celso Arango, Presidente della Società Spagnola di Psichiatria, parlerà dell'importanza della continuità della cura nel passaggio dei pazienti dall'infanzia all'età adulta e della salute mentale nei giovani con Eva Massari (Presidente Fondazione the Bridge), Sofia Viscardi (scrittrice e influencer), Irene Graziosi (content creator) e Michele Bravi (cantante). Il 10 ottobre infine puntata speciale del podcast 'La grande incertezza-Come cambia la mente', con Daria Bignardi, giornalista e autrice del libro 'Storia della mia ansia', con cui si parlerà degli effetti del Covid sulle donne negli ambienti di lavoro. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA