Esame avvocato: UpAvv, causa Covid a rischio prove dicembre

"Contagi in crescita e migliaia di candidati:c'è preoccupazione"

Redazione ANSA NAPOLI

(ANSA) - NAPOLI, 09 OTT - La curva dei contagi cresce e l'esame di abilitazione alla professione di avvocato previsto per il prossimo dicembre è a rischio: a sostenerlo, in una lettera inviata al ministro della Giustizia è la presidente di UpAvv Claudia Majolo: "Egregio sig.Ministro, le scrivo oggi facendomi portavoce di tutti i praticanti avvocato italiani.
    Come ben tutti sappiamo, siamo ancora in piena emergenza sanitaria da Covid 19. Nonostante tutti gli sforzi profusi, purtroppo, la curva dei contagi è tornata a salire inesorabilmente e il Governo è pronto a varare un nuovo DPCM per cercare di tenere sotto controllo questa situazione. La nostra preoccupazione, come può immaginare, è riferita all'esame di abilitazione del prossimo dicembre. Allo stato attuale riteniamo non sussistano le condizioni base per affrontare un esame di questo tipo che, spalmato in tre giorni e con un numero elevatissimo di candidati, rischia seriamente di diventare un focolaio epidemiologico devastante".
    "Immaginiamo - scrive ancora Majolo - lo scenario delle tre corti d'appello più grandi in cui non si registrano mai meno di 4000 candidati: laddove si trovasse anche un unico positivo, la situazione non potrebbe che degenerare. Come potremmo, infatti, metterci in isolamento fiduciario o, peggio ancora, in quarantena, aspettando i risultati dei test? Molti candidati, inoltre, provengono dall'estero e da altre regioni d'italia: quali saranno le misure adottate per evitare, quanto più possibile, un contagio incontrollato? Senza contare, inoltre, tutte le persone che sono già affette da disabilità, patologie varie e malattie autoimmuni".
    "Onorevole, - conclude la presidente di UpAvv - le stiamo chiedendo solo chiarezza: nel caso in cui l'esame non fosse possibile da sostenere a dicembre, dovremmo saperlo adesso, prima ancora di pagare la tassa di iscrizione e di procedere all'acquisto dei codici, spese necessarie ma rese ancora più gravose a causa di una terribile condizione economica che ha tagliato le gambe a molti aspiranti avvocato. Le chiediamo di intervenire prontamente e dirispondere alle istanze di chi, con il cuore in mano, sta mettendo il proprio futuro professionale nelle sue mani". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA