Covid: Fauci, la situazione negli Usa è preoccupante

"Non bisognerebbe entrare nella stagione fredda in questo stato"

Redazione ANSA WASHINGTON

(ANSA) - WASHINGTON, 15 OTT - "E' molto preoccupante ciò che sta accadendo negli Usa: non solo abbiamo un numero medio di nuovi casi giornalieri di Covid-19 oscillante da tempo tra i 45 ed i 50.000, ma ora, in più di 30 Stati, i contagi stanno ancora aumentando". A lanciare l'allarme sul rischio di un'altra impennata della pandemia è l'immunologo Anthony Fauci, direttore dell'Istituto Nazionale per le malattie infettive Usa, in una intervista ad Abc-news.
    "E' provato che con traiettorie di questo tipo si va verso piu' contagi, piu' ospedalizzazioni e in alcuni casi piu' morti", ha aggiunto Fauci.
    L'immunologo si è soffermato sui rischi della stagione fredda: "Entrare nell'autunno e nell'inverno da queste posizioni di partenza è contrario a ciò che dovrebbe accadere. Per questo dobbiamo raddoppiare la nostra aderenza alle misure di salute pubblica di cui parliamo sempre per prevenire le infezioni: mascherine, distanziamento sociale e igiene delle mani".
    Interpellato sui grandi raduni organizzati da Trump, a cui continuano a partecipare centinaia di persone senza mascherine, il direttore dell'Istituto nazionale delle malattie infettive Usa ha risposto: "L'ho detto piu' volte, sono situazioni di alto rischio. E' chiaro che quando la diffusione nella comunità di un virus è già alta, aggregare persone in grandi gruppi è un pericolo".
    A suo avviso gli americani dovrebbero anche ripensare a come passare la tradizionale festa del Ringraziamento, in cui di solito si radunano le grandi famiglie. "Spetta agli individui decidere - ha detto Fauci -. Ma magari posticipare viaggi e incontri a più avanti, specialmente quando ci sono familiari a rischio, va tenuto in considerazione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA