Nel gennaio 2016 parte ExoMars

Il modulo di discesa in costruzione a Torino

Redazione ANSA TORINO

Sta nascendo in Italia il modulo che dimostrerà la capacità dell'Europa di atterrare su Marte. E' destinato alla prima parte della missione dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) ExoMars, il cui lancio è previsto il 7 gennaio 2016 (con una finestra fino al 26 gennaio) dalla base russa di Baikonur, nel Kazakhstan.

E' una missione che vede l'Italia in prima fila, con l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e la sua industria. ''Il modulo dimostra la nostra capacità tecnologica di un atterraggio su Marte'', ha detto a Torino Walter Cugno, direttore del programma ExoMars per la Thales Alenia Space, azienda primo contraente dell'intero programma. Quest'ultimo prevede una prima fase nel 2016, con il lancio di un modulo orbitante e un modulo di discesa, e una seconda fase nel 2018, condotta dall'Esa con la partecipazione della Russia, che prevede un modulo di discesa e un rover destinato ad esplorare la superficie marziana.

Il modulo di discesa Edm ((Entry Descent and Landing Demonstrator Module) si trova negli stabilimenti di Torino dell'azienda, in una camera super-pulita, l'unica del genera attiva in Europa. Qui il modulo viene costruito in un ambiente assolutamente sterile per evitare il rischio che batteri terrestri possano inquinare l'ambiente marziano e, con esso, le ricerche volte a individuare eventuali forme di vita. Contrariamente al rover che camminerà su Marte nel 2018, questo dimostratore tecnologico avrà una vita di pochi giorni (quanta ne consentiranno le batterie), ma fornirà informazioni fondamentali per organizzare la seconda parte della missione.

Sempre a Torino, negli stabilimenti dell'Altec (società nata da Asi e Thales Alenia Space) un rover simile a quello che nel 2018 scenderà su Marte si sta allenando a caminare in una vera e propria ''palestra'' che simula il suolo del pianeta rosso. Quando la sua costruzione sarà completata,nel gennaio 2015 il modulo sarà trasportato negli stabilimenti della stessa azienda a Cannes, dove saranno condotti ulteriori test termici. Il 21 aprile 2015 è una data importantissima, ha detto il responsabile delle attività di assemblaggio, integrazione e test di ExoMars per la Thales Alenia Space, Salvatore Sferlazza. Il modulo sarà infatti assemblato all'orbiter che già si trova a Cannes, Fra luglio e settembre il veicolo sarà spedito in Russia, a San Pietroburgo, e da qui raggiungerà la base di Baikonur in vista del lancio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA