Inaugurato Archimedes, ascolta l'energia dell'universo

In Italia, nella miniera di Lula

Redazione ANSA LULA

È stato inaugurato in Italia, nel laboratorio SAR-GRAV, ospitato in Sardegna nella ex miniera di Sos Enattos a Lula (Nuoro), l'esperimento Archimedes, che esegue misure di altissima precisione sull'interazione tra la forza di gravità e delle fluttuazioni quantistiche che contraddistinguonoì la cosiddetta energia del vuoto, ossia l' energia presente ovunque nell'universo anche quando è privo di materia. L'esperimento consentirà anche di misurare il rumore di fondo del sito di Sos Enattos, candidato a ospitare il futuro esperimento per le onde gravitazionali Einstein Telescope.

Frutto di una collaborazione guidata dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e alla quale  hanno partecipato le università di Sassari, Federico II di Napoli e Sapienza di Roma, l'European Gravitational Observatory (EGO), l'Istituto Nazionale di Ottica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-INO) e il Centro di fisica teorica dell'Università di Marsiglia.

L'esperimento Archimedes ha l'obiettivo di verificare se e in che quantità l'energia di vuoto del campo elettromagnetico, una grandezza concepita nell'ambito della teoria quantistica dei campi, determini il peso di un oggetto. "Archimedes utilizzerà una bilancia super sensibile, con un braccio lungo 1,4 metri, posizionata all'interno di un criostato di grandi dimensioni", osserva Enrico Calloni, dell'INFN di Napoli. "Compito dello strumento - prosegue - è misurare le potenziali e infinitesimali variazioni di peso indotte in due campioni di un materiale che ha la proprietà di intrappolare o espellere energia di vuoto quando viene variata la sua temperatura". Al fine di individuare le piccole variazioni di peso indotte dalle fluttuazioni quantistiche, l'esperimento ha bisogno di un ambiente estremamente silenzioso, in cui fattori esterni di natura sismica non influenzino la misura.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA