Il polo Nord magnetico si sposta veloce verso la Siberia

Lo conferma lo studio dell'Ingv basato sui dati dei satelliti europei Swarm

Redazione ANSA

Il polo Nord magnetico della Terra sta correndo rapidamente verso la Siberia, a una velocità otto volte superiore a quella del polo Sud magnetico. La conferma arriva dalle osservazioni dei satelliti Swarm dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). La ricerca è pubblicata sul Journal of Geophysical Research dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

A differenza dei poli geografici, che sono fissi, quelli magnetici si spostano e non sono diametralmente opposti. “Oggi il polo Sud magnetico dista dal suo omologo geografico circa 2.800 chilometri, mentre quello Nord circa 350 chilometri”, osserva una delle autrici della ricerca, Stefania Lepidi. Lo studio mostra come, dalle misure dirette del campo magnetico registrate dagli strumenti a bordo dei satelliti, sia possibile determinare non solo la posizione aggiornata dei poli magnetici ma, analizzando i dati degli ultimi anni, anche la loro dinamica.


Rappresentazione grafica dello spostamento dei poli magnetici Nord e Sud (fonte: INGV)

 

Per Domenico Di Mauro, ricercatore dell’Ingv, tra gli autori dello studio, “i tre satelliti Swarm compiono orbite quasi polari in circa 95 minuti, effettuando in 24 ore 15 giri intorno alla Terra, durante i quali raccolgono informazioni su morfologia e intensità del campo magnetico terrestre con una risoluzione mai raggiunta prima. Un’opportunità - precisa l’esperto - che non potevamo farci sfuggire. Abbiamo, così, aggiornato la posizione dei poli magnetici come se la misura fosse stata fatta da terra”.

I calcoli degli esperti indicano che entrambi i poli magnetici si muovono in direzione Nord-Ovest, ma mentre il polo Nord si sposta alla velocità di circa 37-72 chilometri l’anno, con una lieve diminuzione nel 2016, la velocità del polo Sud è di circa 5-9 chilometri l’anno.

“Dalle nostre analisi - conclude un altro autore della ricerca, Mauro Regi - risulta che il polo Nord magnetico ha abbandonato i territori settentrionali del Canada e si sta dirigendo verso la Siberia, mentre il polo Sud magnetico si sta muovendo più lentamente verso l’oceano aperto”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA