Olio:a PopOlio extravergine si degusta col caffè e col cacao

Successo per assaggi al buio di Slow Food Lazio e Sant'Alessio

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 05 DIC - Cultura e degustazioni dell'olio extravergine (evo) tradizionali, sul pane o nel bicchierino nascondi-colore dei panel test professionali, ma anche assaggi "extra zen", un nuovo metodo di assaggio che arriva da Giappone e rivoluziona l'analisi sensoriale del gusto mettendo a contrasto l'olio in una tazzina di caffè e col cioccolato fondente. Succede a Roma, negli spazi WeGil nel cuore a Trastevere, a PopOlio, una due giorni dedicata alla diffusione della cultura dell'extravergine "in modalità pop - sottolinea l'ideatrice Francesca Rocchi - divulgativa, emozionale, semplice e diretta a tutti". Tra le degustazioni creative e innovative registra un gran successo quella al buio, la Black Box, dove, con la collaborazione del Centro regionale S.Alessio - Margherita di Savoia per i Ciechi, i degustatori di Slow Food Lazio, tra i quali Antonio non vedente, guidano un viaggio alla scoperta di aromi, gusto e possibili abbinamenti di oli di diverse cultivar, dalla Taggiasca alla Caninese, senza tener conto del colore. La percezione dell'olivicoltura da parte dei consumatori è illustrata anche da un contest di fotografia, che accompagna reading del libro 'Un mare di ulivi' dell'autrice e produttrice Marina Fresa, spettacoli del Teatro di DegustArt, archeoricette di Gabriella Cinelli, degustazioni col pane dell'associazione Panificatori di Roma e Provincia, oltre che con i piatti di Pro Loco Trastevere. E poiché verdure e olio sono due grandi alleati per il benessere e alimenti clou nella Dieta Mediterranea il Centro Agroalimentare di Roma (Car) propone "pinzimonio libero" e idee per il consumo di stagione con suggerimenti del direttore del Car Fabio Massimo Pallottini.

Questo festival, a ingresso libero, dedicato alla cultura dell'olio ha il patrocinio e la collaborazione di Regione Lazio e Arsial protagonisti degli incontro Pop-Olio sull'oleoturismo nonché del forum coi produttori della Strada dell'Olio della Sabina Dop e del talk odierno "Pop, uguale olio per tutti, è possibile?" col direttore di Agrocamera Carlo Hausmann, Conad Italia e Michele Clemente, Ad della filiera olivicola biologica nel Gargano, la più grande d'Italia, che si confronteranno sul tema dell'accessibilità della qualità a tavola. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie