A Vitulano l'arte della scultura riparte dal contatto

Due pietre diverse per l'opera del Simposio del Marmo Rosso

di Angelo Cerulo VITULANO (BENEVENTO)

VITULANO (BENEVENTO) - Il 'contatto' dopo i lunghi mesi di lontananza imposta dalla pandemia, il 'contatto' per trovare anche attraverso le pietre unite in un'opera d'arte una risposta di fiducia dopo mesi di sofferenza. E' il 'contatto' il tema scelto quest'anno per l'ottavo Simposio di scultura del Marmo di Vitulano (Benevento), in via di conclusione con la consegna dell'opera dello scultore salentino Francesco Mazzotta, realizzata en plein air con due allievi in questi giorni in Piazza Santissima Trinità nel Comune sannita situato nel Parco regionale Taburno-Camposauro e che mette insieme due blocchi di pietre diverse: quella rossa vitulanese, più delicata, e quella grigioperlato di Cassino, più compatta.

L'opera sarà poi collocata in un'area del paese dove già sono presenti le creazioni di artisti italiani e stranieri. A svolgere la funzione di direttore artistico don Battista Marello, parroco di San Leucio di Caserta, scultore esperto della pietra e del bronzo (ha realizzato le porte del Santuario di Pompei), da sempre innamorato del marmo di Vitulano, "rosso come il sangue di Cristo e che affascina per i suoi cromatismi".

"Il nostro è un tentativo di valorizzare l'area mettendo insieme le eccellenze - spiega il sindaco Raffaele Scarinzi - partendo dal Marmo Rosso di Vitulano, che adorna lo 'scalone' della Reggia di Caserta e la facciata del Cremlino, e che può fungere da traino per la creazione di un brand del territorio". Quindi, aggiunge il consigliere delegato Emanuele Calabrese, "attraverso il Simposio abbiamo voluto promuovere tutto ciò che di bello e di buono Vitulano ha da offrire. Arte, tradizioni ed enogastronomia per dare ai tanti appassionati un pacchetto completo".

Il Simposio, dunque, con l'obiettivo ambizioso di essere volano per l'intera area. Un Comune dove si segnala un quadro di presenze e attività di valorizzazione culturale entro la cui cornice si inserisce il Simposio: uno Spazio d'Arte a cielo aperto curato dallo scultore Mariano Goglia (vero genius loci, uno degli artisti sanniti scelto dall'associazione Ambiente e Cultura Mediterranea di Italo Abate per partecipare a un progetto culturale per Procida), una pinacoteca civica con opere di importanti artisti contemporanei, una galleria privata - Casa Turese di Tommaso De Maria - che in queste settimane ospita la mostra 'Paesaggi'. Arte e valorizzazione dei beni culturali ma anche attenzione all'ambiente e al turismo con azioni pubblico/privato: con l'Asd La Dormiente-Trekking Camposauro guidata dal professor Nicola Matarazzo (l''adunata' della sera di San Lorenzo ha richiamato centinaia di persone per una passeggiata notturna nei boschi), la Protezione civile con Geppino Limata, la Pro Loco diretta da Licia Caporaso, e la scelta dell'Amministrazione Comunale di affidare, attraverso una manifestazione di interesse, alla Protezione civile la gestione di un parco di biciclette elettriche.

Una singolare concentrazione di bellezza e di originalità, dunque, ma pure di eventi mirati alla valorizzazione economica e turistica che ha richiamato l'attenzione anche di un manager di origine vitulanese (per via del nonno materno): Leonardo Massa.

Col ruolo di managing director di Msc Crociere, Massa - a cui viene conferita la cittadinanza onoraria dal Comune sannita per 'i meriti prima come atleta olimpico nel canottaggio a Seul nel 1988 e poi come manager sempre pronto a valorizzare il suo paese' - sta lavorando a un progetto per proporre la collocazione su una nave della flotta di una delle opere d'arte realizzate col marmo di Vitulano e attualmente presenti nella sede del Comune. "E' un modo - spiega Massa - per valorizzare il turismo targato Campania sia nelle sue espressioni legate al mare sia in quelle, ricche di storia e di tradizione, delle aree interne. Nella seconda parte di settembre, sempre sulla scia della valorizzazione delle aree interne della Campania e prendendo spunto dal prezioso marmo rosso di Vitulano, potremmo ipotizzare il posizionamento sulle navi di un vessillo con i colori e il simbolo della 'bandiera' vitulanese. Insomma, intendiamo offrire ai crocieristi un mix dei diversi volti delle eccellenze nostrane anche attraverso gesti simbolici". 

Errore 404 - Pagina non trovata - ANSA.it

Errore 404

  • Errore 404 - Pagina non trovata

Errore 404 - Pagina non trovata

La cause per cui viene visualizzata una pagina di errore 404 sono principalmente le seguenti:

  • un URL digitato male;
  • un segnalibro/bookmark datato;
  • un collegamento datato proveniente da un motore di ricerca;
  • un link interno interotto sfuggito al webmaster.

Se vuoi segnalare il problema scrivici. Grazie



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie