Risposta Ue a pandemia rapida e flessibile

'Ora più semplificazione e proroga del periodo di finanziamento'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Tanti criticano la reazione tardiva dell'Ue alla crisi, ma Crii e Crii+ smentiscono queste critiche: in questo caso l'Europa ha funzionato". Così il presidente del Bundesrat e ministro-presidente della Sassonia-Anhalt, Reiner Haseloff, intervenendo oggi in commissione Affari regionali al Parlamento Ue, dedicata alla valutazione delle iniziative messe in campo nell'ambito della politica di coesione europea per fronteggiare la crisi economica e sanitaria causata dalla pandemia.

"Una reazione corretta" è la valutazione di Haselof, condivisa anche negli altri interventi, che ha permesso di agire con rapidità e flessibilità, consentendo l'aumento del tasso di assorbimento dei fondi. Il governatore tedesco ha sottolineato la necessità di un'ulteriore "semplificazione per l'applicazione dei fondi strutturali" e di "prorogare il periodo di finanziamento" dei fondi.

Per la presidente delle isole Baleari Francina Armengol, la risposta dell'Ue alla pandemia "ha mostrato il volto migliore d'Europa, quello della solidarietà". La presidente ha chiesto che lo stesso principio adottato nella distribuzione dei fondi tra Stati membri venga applicato anche all'interno degli Stati e privilegiare così le zone più colpite dalla crisi. Le Baleari, ha ricordato, sono il territorio europeo dove si è registrato il calo più elevato del Pil, crollato del 27%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie