Toia, stime Ue confermano nodo energia, serve piano comune

Eurodeputata Pd, 'necessari interventi più ambiziosi'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 16 MAG - "Che si parli delle conseguenze della guerra in Ucraina o delle cause dell'inflazione il primo problema economico dell'Unione europea resta l'energia. A confermarlo sono le previsioni economiche di primavera presentate oggi dalla Commissione, che tagliano le stime di crescita sia dell'eurozona che dell'Italia. Si tratta di una situazione di emergenza che, come hanno sottolineato i funzionari dell'esecutivo comunitario, rischia di peggiorare ulteriormente con il prolungarsi del conflitto e con la possibile interruzione delle forniture russe". Lo ha dichiarato Patrizia Toia, eurodeputata Pd e vicepresidente della commissione Industria, Ricerca ed Energia.

"Di fronte a uno scenario simile servono interventi più ambiziosi da parte dell'Ue per arrivare velocemente a una vera Unione dell'Energia, con più rinnovabili, più efficienza e più interconnessioni e solidarietà tra Paesi, finanziata con un piano comunitario simile al Next Generation Eu", ha concluso.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: