Fintech: Qonto, l'Italia è un mercato chiave per noi

Azienda francese vede un forte potenziale di sviluppo

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 07 OTT - L'Italia è uno dei mercati principali per Qonto, l'istituto di pagamento online per pmi e professionisti, che punta ad espandersi nel paese sviluppando nuove soluzioni, stringendo nuove partnership strategiche e guardando anche a potenziali acquisizioni, con l'obiettivo di semplificare e digitalizzare la gestione del business (dalle operazioni bancarie e finanziarie alla contabilità e alla gestione delle spese). "Il mercato italiano è chiave per noi e siamo convinti abbia un forte potenziale di sviluppo" sul fronte del fintech, afferma il ceo e co-fondatore di Qonto, Alexandre Prot, convinto che nel paese ci siano "molte fintech che cresceranno nei prossimi anni". Per cui, aggiunge, "siamo ottimisti per lo sviluppo di questo mercato". Inoltre, "il mercato italiano è il più grande in Europa per numero di piccole e medie imprese, le quali, hanno dimostrato un'accelerazione del proprio processo di digitalizzazione e una crescente richiesta di strumenti finanziari digitali a partire dall'anno dello scoppio della pandemia", sostiene Prot. L'obiettivo di Qonto è "aiutare queste imprese a diventare sempre più digitalizzate e connesse e a spendere meno tempo nella gestione finanziaria e amministrativa, in modo da dedicare le risorse allo sviluppo di prodotti e alle esigenze dei clienti". Fondata in Francia nel 2016, e presente in Italia da maggio 2019, Qonto ad oggi conta oltre 300.000 clienti business in quattro mercati (Francia, Italia, Germania e Spagna) e un team di 900 persone a Parigi, Milano, Berlino e Barcellona. Grazie al recente round di investimento da 486 milioni di euro, di cui 100 milioni dedicati all'Italia, Qonto punta a sviluppare nuovi prodotti ad hoc per le esigenze locali del paese. In particolare, la società affianca a servizi di banking e strumenti di pagamento una serie di funzionalità appositamente pensate per semplificare la gestione delle spese dei team aziendali ed essere al fianco dell'impresa nel suo intero ciclo di vita, dalla costituzione della società lungo tutto il suo percorso di crescita. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA