Digitale: Assintel, mercato IT non sente crisi; +7% nel 2022

L'associazione chiede subito un ministro con portafoglio

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 19 OTT - Nel 2022 il mercato dell'Information technology in Italia cresce del 7% sfiorando il valore di 31 miliardi di euro e ponendosi in netta controtendenza rispetto all'economia generale. E' quanto emerge dall'aggiornamento dei dati 2022 dell'Assintel Report, che evidenzia come questo sia un segnale di "svolta nel nostro mindset", in quanto, "le imprese italiane continuano a investire in prodotti e servizi digitali, perché hanno capito che sono indispensabili per garantire produttività, agilità e competitività". "Questi dati sono la dimostrazione che il digitale può essere la variabile anticiclica che ci serve per fronteggiare le difficoltà, ma ora non possiamo permetterci di sprecare questo boost", commenta il presidente di Assintel, Paola Generali, auspicando che "il nuovo ministero dell'innovazione sia con portafoglio", in modo da "accelerare la transizione digitale di imprese e pubblica amministrazione". Considerando l'intero comparto Ict, che include anche le telecomunicazioni, la spesa delle imprese cresce nel 2022 del 5,4% rispetto al 2021, raggiungendo i 36,3 miliardi di euro. Per il 2023 si stima di superare quota 38 miliardi di euro. La spesa per l'It è quella che contribuisce maggiormente a questo andamento (con una crescita media annua tra il 2021 e 2023 del +6,8%), mentre, il valore del mercato business dei servizi di telecomunicazioni continuerà a diminuire (Cagr -3,5%), influenzato ancora dalla contrazione dei prezzi dovuta alla battaglia competitiva degli operatori. Il report di Assintel (associazione nazionale delle Imprese Ict e Digitali) è stato realizzato insieme alla società di ricerca Idc Italia, con la sponsorship di Confcommercio, Grenke e Intesa Sanpaolo. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA