Fondazione Crt: nominato cda, ok all'unanimità a bilancio

Entrano Bima, Canavesio, Di Mascio, Giovannini, Irrera e Monti

(ANSA) - TORINO, 13 APR - Avanzo di esercizio superiore a 55 milioni di euro, patrimonio netto di oltre 2,27 miliardi, posizione finanziaria netta di 387 milioni, fondo di stabilizzazione delle erogazioni di 144 milioni: sono i numeri del bilancio della Fondazione Crt per il 2020, approvato oggi in via definitiva e all'unanimità dal consiglio di indirizzo. In un anno pesantemente condizionato dall'emergenza Covid19, la Fondazione Crt ha messo complessivamente a disposizione del territorio 65 milioni di euro. Nell'ultimo quadriennio ha dato sostegno a circa 5.500 iniziative non profit con risorse pari a 265 milioni di euro.
    Il consiglio di indirizzo ha anche nominato i sei nuovi componenti del consiglio di amministrazione che resterà in carica per 4 anni, fino al 2025: nel board guidato dal presidente Giovanni Quaglia entrano Caterina Bima (notaio), Davide Canavesio (imprenditore), Anna Maria Di Mascio (rappresentante del mondo della cooperazione e del Terzo Settore), Marco Giovannini (imprenditore), Maurizio Irrera (professore e avvocato), Antonello Monti (imprenditore, esperto in ambito nazionale nella gestione dei beni ecclesiastici).
    "Il nuovo cda è formato da personalità di grande esperienza e alto profilo, rappresentative del territorio e di diversi settori e aree culturali. Questa scelta di terzietà rafforza il dialogo con il territorio e la capacità di co-progettare e co-programmare, insieme alle istituzioni elettive e ai corpi intermedi, le traiettorie di sviluppo e crescita per il bene comune, in linea con il recente pronunciamento della Corte Costituzionale" commenta Quaglia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie