Violenza donne: Alessandria attiva chatbot,è primo capoluogo

Risponditore intelligente simula dialogo per chiedere aiuto

(ANSA) - ALESSANDRIA, 06 MAG - Alessandria è il primo capoluogo d'Italia ad attivare il chatbot, uno strumento discreto sul sito del Comune che aiuta le donne vittime di violenza e che assicura l'anonimato. Perché non lascia traccia.
    Lo ha realizzato l'associazione Save the Woman.
    "Stiamo lavorando - ha commentato il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco - affinché anche nella nostra città la digitalizzazione possa contribuire a ridurre sempre più la distanza tra i cittadini e le istituzioni. Un ringraziamento a Nadia Biancato, presidente della consulta Pari opportunità, per aver proposto al Comune questo progetto così importante e ai nostri tecnici per aver permesso di realizzare tutto questo".
    Sul sito del Comune si potrà "fare finta" di cercare informazioni sui buoni pasto o sull'anagrafe e invece chiedere aiuto per una situazione difficile che si sta vivendo. Il chatbot #nonpossoparlare è un risponditore intelligente, che simula la conversazione con un essere umano ed è in grado di interrogare il centro antiviolenza a qualsiasi ora senza lasciare dati sul proprio telefono.
    "In questo periodo - aggiunge l'assessore comunale alle Pari opportunità, Cinzia Lumiera - sono aumentati i casi di violenza domestica. E questa situazione ha reso la violenza ancor più silenziosa e occulta ed è proprio da questo che nasce l'idea di un'App che in completo anonimato e sicurezza possa dare una prima risposta a tutti i quesiti iniziali delle donne vittime".
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie