Cultura:Camera commercio Padova crea rete sportelli creativi

(ANSA) - PADOVA, 20 APR - In Veneto le imprese creative e culturali iscritte nel Registro delle Imprese (da quelle operanti nell'editoria, nelle arti visive e performative alle aziende che si occupano di architettura, design e pubblicità, per citarne alcune) sono attualmente quasi 14.000, con le province di Padova e Verona ai primi posti nella regione.
    Padova è inoltre al sesto posto in Italia per incidenza della filiera in termini di valore aggiunto e occupazione (dato tratto dal rapporto Io Sono Cultura 2020). Per far fronte alla trasformazione industriale in atto, valorizzare le imprese creative e culturali come fattore di sviluppo e favorirne la nascita e la crescita, la Camera di Commercio di Padova, nell'ambito del progetto InduCCI "Cultural and Creative Industries in Traditional Industrial Regions as Drivers for Transformation in Economy and Society" finanziato dal Programma di cooperazione europeo Interreg Central Europe, ha promosso la costituzione di una rete di sportelli di supporto alle imprese creative e culturali sul territorio regionale.
    Grazie al supporto e con il coordinamento della Camera di Commercio padovana, T2I, società consortile del sistema camerale, e Assindustria Venetocentro, hanno attivato complessivamente cinque sportelli nelle province di Padova, Treviso (2 sportelli), Rovigo e Verona con l'obiettivo di sostenere l'apertura e lo sviluppo di nuove CCI, fornire supporto diretto e consulenza mirata agli aspiranti imprenditori culturali e favorire l'incontro tra imprese culturali e le altre imprese o tra le imprese culturali "neonate" e quelle con maggiore esperienza.
    Si tratta di veri e propri help desk che si occupano di accoglienza e prima informazione, orientamento, consulenza specialistica all'avvio di impresa, affiancamento nella definizione del business model, attività di mentoring con figure esperte, accompagnamento all'apertura di imprese creative e culturali e formazione attraverso specifici appuntamenti che saranno organizzati da T2I e Assindustria Venetocentro.
    A partire dal 27 aprile, gli operatori degli sportelli parteciperanno ad un percorso formativo organizzato dall'ente patavino, aperto gratuitamente a tutti gli Enti pubblici e privati attivi nel supporto alle imprese creative e culturali e alle start up di imprese, previa registrazione tramite il modulo pubblicato sul sito della Camera di Commercio.
    "In una fase di grande cambiamento come quella attuale i settori culturale e creativo nel nostro territorio rivestono un ruolo importante nel dare impulso all'innovazione, alla crescita economica e sociale -commenta Antonio Santocono, presidente della Camera di Commercio di Padova- e il sostegno ad essi diventa fondamentale. Nell'ambito delle progettualità europee abbiamo deciso di istituire un bando con il quale abbiamo affidato a T2I e Assindustria Venetocentro la gestione di questi sportelli che, oltre ad avvicinarci fisicamente alle imprese, intendono rappresentare a livello territoriale un presidio dedicato, un punto di primo approdo per chi intenda sviluppare un'idea imprenditoriale innovativa in ambito creativo o culturale, voglia avvalersi di personale qualificato in grado di orientarlo e formarlo o ancora intenda confrontarsi con chi l'imprenditore in questo campo già lo fa e con successo".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie