COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Insegne per negozi: tutto quello che occorre sapere

Optimamente

Tra gli strumenti pubblicitari di cui un esercente commerciale si può servire allo scopo di promuovere la propria attività ci sono anche le insegne per i negozi, che possono essere paragonate a dei biglietti da visita per la loro funzione: infatti, servono a far conoscere e a mettere in risalto l’attività per catturare l’attenzione dei potenziali clienti. Si tratta di strutture per mezzo delle quali viene segnalata un’attività d’impresa in un punto vendita ben preciso: è evidente che un’insegna vincente per un negozio consente di ottenere risultati di alto livello.

A che cosa servono le insegne

Attraverso le insegne si ha la possibilità di attirare l’attenzione dei consumatori: sono efficaci quelle insegne che riescono a risultare riconoscibili nel giro di pochi secondi e in qualunque circostanza. Si potrebbe pensare a un’insegna come alla carta di identità di un negozio. E se è vero che in molti casi lo sguardo delle persone non si focalizza sulle insegne, ecco che queste devono essere progettate e realizzate in maniera tale da persuaderle a entrare in negozio. A prescindere dal tipo di attività a cui fa riferimento e dalle sue dimensioni, un’insegna non può che essere unica e originale.

Come è fatta un’insegna

È indispensabile che le insegne riproducano nel migliore dei modi il messaggio dell’attività che rappresentano. Quasi tutte le insegne propongono il logo aziendale in modo da risultare più riconoscibili: in un certo senso l’attività può essere identificata dal logo. È importante, poi, che le insegne mantengano una certa coerenza con il resto del negozio e in particolare con l’allestimento delle vetrine, oltre che con l’arredamento interno: solo così il punto vendita può riuscire a comunicare la propria immagine in maniera ben definita e chiara.

Come trovare l’insegna giusta

Per capire quale possa essere l’insegna migliore per il proprio negozio, è fondamentale prima di tutto identificare il target a cui ci si vuol rivolgere, e cioè definire i potenziali clienti. Solo così si ha l’opportunità di creare delle insegne i cui colori e il cui stile sia in grado di conquistare la curiosità e destare l’attenzione di una particolare target audience. Come si è accennato, occorre che l’insegna rifletta lo stile dell’attività, e di conseguenza dei suoi clienti. Un altro passo da compiere può essere quello di esaminare i competitor, il che vuol dire analizzare in maniera attenta le insegne dei concorrenti. Ciò permette di capire quale strada è stata intrapresa dai negozi attivi nello stesso settore. Si tratta di una buona idea anche per mettere in risalto i tratti più originali e distintivi del proprio business, così che l’attività sembri davvero unica.

Le insegne luminose

Una distinzione importante è quella tra Insegne luminose e insegne non luminose: la differenza sta nella presenza o nella mancanza di un corpo illuminante al loro interno. Le insegne luminose non necessitano di un sistema di illuminazione esterno, proprio perché sono in grado di illuminarsi da sole; ovviamente presuppongono un costo di realizzazione più alto, proprio perché c’è bisogno di mettere a punto anche il sistema di illuminazione interno. Il mercato propone una gamma piuttosto vasta di tipologie di insegne luminose: si spazia dalle lettere luminose ai totem luminosi, passando per i cassonetti luminosi.
Sono esempi di insegne non luminose le insegne 3D e i pannelli stampati. Questi ultimi sono privi di spessore, in quanto realizzati con delle normali stampe, molte volte su vinile adesivo, applicate su pannelli o sulle pareti.

Come sono fatti i cassonetti luminosi

Nel novero delle soluzioni più apprezzate dai merchant spiccano senza dubbio i cassonetti luminosi, vale a dire delle insegne in alluminio dotate di illuminazione interna con tecnologia led. Ce ne sono di diversi tipi: per esempio, con le lettere in rilievo o sagomati, ma anche traforati o bifacciali a bandiera. Nella maggior parte dei casi i cassonetti luminosi sono affissi per strada agli ingressi dei negozi. Essi garantiscono un livello di personalizzazione molto elevato e possono essere di tante forme differenti; hanno il pregio di assicurare un livello di illuminazione ottimale tanto nelle ore diurne quanto in quelle notturne.

Le lettere e i totem luminosi

Ci sono parecchi negozi che puntano sulle insegne costituite da lettere luminose, che possono essere realizzate in plastica, in acciaio o in alluminio. Esse si basano su un’illuminazione a led o al neon grazie a cui risultano visibili a tutte le ore del giorno. Come si può immaginare, in genere con le lettere viene formato il nome del negozio. I totem luminosi, invece, non sono altro che le tradizionali insegne verticali che vengono collocate per strada fuori dai negozi. Al pari dei cassonetti, sono illuminati da dentro. Essi sono consigliati a chi può contare su una vasta quantità di spazio fuori dalla propria attività, ma possono essere impiegati anche in occasione di manifestazioni ed eventi.

Le insegne retroilluminate

Nel novero delle insegne luminose vale la pena di citare anche quelle retroilluminate, che hanno il pregio di costare poco ma di garantire al tempo stesso il massimo dell’eleganza. In questo caso le insegne vengono illuminate dal retro; vi si ricorre, per esempio, nei centri commerciali, che sono contesti in cui lo spazio a disposizione non è molto. Nel corso degli ultimi tempi le insegne retroilluminate hanno conosciuto un particolare successo, non solo per la loro convenienza dal punto di vista economico, ma anche per la loro eleganza.

Dove trovare insegne di qualità

Chi gestisce un’attività ed è alla ricerca di un’insegna di impatto che gli permetta di aumentare la propria visibilità può fare riferimento alla professionalità e alla competenza di Creazione Web, un service di serigrafia, stampa digitale e insegne, sia luminose che non. Si tratta di una realtà che è stata creata grazie all’incontro di professionalità qualificate nel campo della progettazione grafica, della pubblicità esterna, della comunicazione e della stampa. Il modus operandi dell’azienda prevede di seguire tutto il processo creativo necessario per il cliente, a partire dall’ideazione per arrivare all’allestimento nel punto vendita del committente.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Modifica consenso Cookie