Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale WolfAgency.it

Gonfiore addominale? Ecco 3 rimedi utili

WolfAgency.it

Il gonfiore addominale è un disturbo associato all’accumulo di gas nel tratto gastrointestinale. Ciò può comportare l’emissione più o meno frequente di gas intestinali. Scopriamo insieme come alleggerire questo sgradevole disturbo con tre rimedi pratici.

 

Perché abbiamo la pancia gonfia?

 

La produzione di gas nell’intestino è un fenomeno normale, in quanto risultato del processo di digestione. Il gas deriva principalmente dall'ingestione di aria durante la deglutizione di cibi e bevande, e dalla fermentazione di alcuni alimenti da parte della flora batterica intestinale.

In condizioni di normalità, la maggior parte del gas è assorbita dalle pareti intestinali e rilasciata in circolo nel sangue, per poi essere eliminata dalla bocca, con l'eruttazione, o attraverso l'ano (flatulenza).

I problemi di meteorismo e gonfiore addominale sorgono quando, per varie ragioni, il gas rimane “incastrato” lungo il tubo digerente, superando le quantità tollerate da ciascuno di noi.

Il gonfiore dell’addome è spesso accompagnato da uno o più dei seguenti sintomi:

  • Crampi o spasmi addominali.
  • Eccessiva emissione di gas dalla bocca (eruttazione) o dall’ano (flatulenza).
  • Aumento visibile della circonferenza dell’addome (tensione o distensione addominale).

I sintomi possono presentarsi da soli o associati tra loro, con una frequenza e un’intensità determinate alla nostra soggettività.

 

Perché può insorgere il gonfiore addominale?

 

Le condizioni che possono favorire un eccessivo accumulo di gas intraddominale sono diverse, vediamo le principali:

COMPORTAMENTI ALIMENTARI SCORRETTI

L'accumulo di gas nell'addome può dipendere dall’ingestione (eccessiva) di aria a sua volta causata da:

  • Masticazione di gomme;
  • Consumo frettoloso dei pasti;
  • Consumo di caramelle;
  • Cattiva abitudine di parlare mentre si mangia;
  • Aspirazione del fumo di sigaretta.

STRESS E PARTICOLARI CONDIZIONI PSICOLOGICHE

L’intestino è un organo molto delicato, e bersaglio di stati d’animo quali stress, ansia, tensione. Spesso può capitare di somatizzare, e a risentirne è proprio il nostro intestino: ansia e gonfiore addominale possono essere perciò collegati.

ASSUNZIONE DI ALCUNI ALIMENTI

La sovrapproduzione di gas a livello addominale può essere riconducibile all'assunzione di cibi che contengono gas o ne favoriscono la formazione.

Gli alimenti che possono essere responsabili della formazione di gas intestinale sono soprattutto:

  • Fagioli e legumi non decorticati;
  • Frutta (soprattutto la buccia);
  • Verdura;
  • Cereali integrali (le fibre sono presenti nella parte esterna del chicco, non presente nei cereali raffinati);
  • Dolciumi e alimenti ricchi in zuccheri semplici.

L’accumulo di gas può dipendere anche da:

  • Bibite gassate, rese effervescenti con l’aggiunta di anidride carbonica.
  • Dolcificanti artificiali: il sorbitolo, il mannitolo e lo xilitolo, contenuti in cibi e bevande dietetici, possono provocare la formazione di gas in eccesso nel colon.

INTOLLERANZE ALIMENTARI

È il caso, ad esempio, dell’intolleranza al lattosio: in concomitanza con l'assunzione di latte e derivati, si possono manifestare gonfiore, distensione addominale, diarrea, flatulenza e dolori addominali.

SQUILIBRIO DELLA MICROFLORA INTESTINALE (DISBIOSI)

Il gonfiore dell’addome può essere riconducibile a un alterato equilibrio dei batteri che normalmente sono presenti a livello intestinale. L’equilibrata convivenza di batteri buoni e microrganismi potenzialmente dannosi (eubiosi) è molto importante per il nostro stato di salute.

La microflora intestinale varia da persona a persona: è possibile affermare che ciascuno di noi possiede una propria “impronta digitale batterica” (fingerprint batterico).

Per varie ragioni, può accadere che questo equilibrio si alteri, causando quella che è definita “disbiosi intestinale”. Questa condizione può dare luogo ad alcuni, sgradevoli disturbi intestinali, tra cui il gonfiore.

 

Scopriamo tre rimedi pratici per alleggerire il gonfiore dell’addome

 

Ecco alcuni consigli e rimedi per gonfiore addominale e meteorismo:

1. Riduciamo l’assunzione di alimenti “meteorizzanti” e beviamo acqua

Non rimuoviamo completamente dalla dieta frutta, verdura, legumi, cereali, poiché il loro apporto è necessario in un’alimentazione varia e ben bilanciata. Inoltre, è importante mantenere una buona idratazione, poiché i liquidi agevolano il transito intestinale e prevengono la stitichezza (costipazione).

2. Utilizziamo fermenti lattici

Si tratta di batteri vivi e vitali, ad azione benefica, in grado di equilibrare la microflora intestinale alterata, che ha un ruolo importante sulla barriera intestinale e sul sistema immunitario. Ricordiamo che la microflora intestinale è un ecosistema complesso popolato da una moltitudine di microrganismi, tra cui grandi varietà di batteri buoni diversi per ceppo, specie e genere. È importante assumere fermenti lattici di diversi ceppi, specie e genere perché agiscano in sinergia e con una maggiore probabilità di colonizzare l’intestino e integrare i microrganismi mancanti.

3.Miglioriamo il nostro stile di vita

Rinunciamo al fumo di sigaretta, mastichiamo lentamente e a bocca chiusa, non parliamo mentre mangiamo: in questo modo ridurremo l’ingestione di aria. Inoltre, facciamo un po’ di attività fisica, anche una breve passeggiata nei pressi di casa, per agevolare il transito intestinale e alleviare la sensazione di addome disteso.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale WolfAgency.it

Modifica consenso Cookie