Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Degustibuss: formazione barman, degustazione, WSET e sommelier

Optimamente

Degustibuss è un’associazione italiana che mette a disposizione corsi Wset fino al terzo livello, corsi per barman e masterclass. Si tratta di una realtà che nel corso del tempo è stata in grado di inserirsi con facilità e successo in un panorama internazionale che è spesso stato considerato impermeabile rispetto all’avvento di altre associazioni al di fuori delle quattro che storicamente sono state sempre specializzate nella formazione per i sommelier. A dispetto di questo ostacolo in apparenza insormontabile, Degustibuss è oggi sinonimo di successo, con più di 2mila corsisti ogni anno distribuiti in ben otto città.

Le ragioni del successo

Quel che distingue Degustibuss è, tra l’altro, la capacità di aver messo a punto un sistema differente rispetto a quello che veniva impiegato in precedenza, come dimostra la presenza di formule full time affiancata a quelle del weekend, sempre con programmi avanzati. Si tratta di programmi piuttosto snelli, destinati a concludersi nel giro di poco tempo, grazie a cui è possibile garantire la formazione di professionisti del settore in maniera rapida, in virtù di una visione internazionale che è uno dei punti di forza di questa associazione. La nascita di Degustibuss risale al 2018, e il suo scopo principale è proprio quello di formare professionisti che dispongano di competenze di carattere tecnico e di conoscenze culturali che permettano loro di comunicare in modo efficace le dinamiche e le peculiarità del settore.

La mission di Degustibuss

Il progetto educativo si fonda, per altro, su un intento di carattere informativo nell’ambito di una grande varietà di canali, fra i quali i ristoranti e le scuole, oltre a eventi di ogni genere e grado: un percorso che ha consentito al vino di ottenere una straordinaria visibilità e un notevole appeal in una vasta gamma di contesti. La mission più importante per l’accademia è quella di favorire la diffusione di una cultura internazionale, in linea con le tendenze per il settore wine and spirits. Al tempo stesso, è necessario andare a intervenire sul modo in cui viene percepita la nozione di “esperto di vino”. Quel che distingue Degustibuss rispetto alle realtà concorrenti è il tipo di approccio formativo e teorico, in quanto il percorso orientato allo studio del vino è innovativo: appunto, diverso rispetto a ciò che propone il panorama in essere. La finalità ultima è quella di giungere a un modo rivoluzionario di conoscere e percepire il calice.

I corsisti di Degustibuss

Per chi ha creato e fondato Degustibuss, è essenziale che l’approccio commerciale ed economico viaggi in parallelo con la prospettiva professionale e strutturale. Al termine dei corsi, i corsisti devono essere in possesso delle capacità che permettano loro di leggere e interpretare il vino; il che vuol dire, tra l’altro, basarsi sui fattori empirici e sulle evidenze del prodotto al fine di comprendere quali sono le identità umane e naturali che ne hanno permesso la nascita.

Che cosa propone Degustibuss

Degustibuss gestisce corsi WSET e corsi per sommelier nel nostro Paese, oltre a rappresentare una delle rare accademie italiane che possono rilasciare corsi WSET fino al terzo livello. In tutto il territorio sono ben 15 i docenti a disposizione, impegnati in un programma di formazione continua che assicuri a chiunque uguali livelli di qualità in tutte le sedi. Sono circa 2mila i corsisti tra barman, degustazione, WSET e sommelier: ecco, quindi, che Degustibuss attualmente conta circa cento sommelier con una formazione di qualità e che, dopo aver ottenuto il diploma, hanno trovato lavoro nei ristoranti più qualificati d’Italia e a livello internazionale, eventualmente con mansioni di head sommelier.

I corsi da sommelier

I corsi da sommelier si svolgono online e full time al sabato. Lo studio dei vitigni internazionali è alla base del primo livello, che prevede anche un esame delle modalità attraverso le quali le differenze del calice possono essere influenzate dai fattori di terroir. Al termine di tale livello, il corsista ha la possibilità di riconoscere le origini geografiche e il vitigno di un vino, e ovviamente sa come degustarlo. Con il secondo livello si procede, invece, verso lo studio dei vitigni europei; inoltre si analizza in che modo lo stile e la qualità di un vino possono essere condizionati da fattori in cantina e in vigna. Si inizia dal calice per poi arrivare ai fattori che lo hanno influenzato, in modo che la sua qualità possa essere valutata in modo obiettivo.

Gli abbinamenti con il cibo

E gli abbinamenti con i vari prodotti alimentari? Questo è uno dei temi che più interessano gli appassionati di vino, ed è argomento del terzo livello. In questa parte del corso vengono presi in esame i vari Paesi del mondo e i relativi vini, con lecture approfondite su climate change. I corsisti che superano l’esame conclusivo e diventano sommelier, a questo punto, possono affrontare una discussione di tipo tecnico relativa a un vino.

Di che cosa si occupa un sommelier

A questo punto, non resta altro che individuare con precisione il compito di un sommelier, il quale si occupa dell’analisi delle bevande dal punto di vista organolettico in modo che possano essere valutate la loro qualità e le loro caratteristiche, oltre agli abbinamenti tra cibo e vino. D’altro canto, Degustibuss ama mettere in scena anche una visione della formazione più sensoriale, come pure l’identità di una professione le cui radici affondano in tempi più lontani di quel che si immagini.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Modifica consenso Cookie