Press Release

  • PNRR e città metropolitane.ANCI Sicilia: “Si posticipi il termine per la presentazione dei progetti”
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Sicilia

PNRR e città metropolitane.ANCI Sicilia: “Si posticipi il termine per la presentazione dei progetti”

ANCI Sicilia

Le città metropolitane siciliane rischiano di non poter utilizzare gli oltre 2 miliardi e mezzo, previsti  dal PNRR per i  Piani Urbani Integrati, in quanto il termine di scadenza per la presentazione dei progetti,  fissato per il 7 marzo 2022, risulta essere eccessivamente ravvicinato. L’ANCI Sicilia chiede l’intervento del Governo e del Parlamento per evitare che la grande opportunità del PNRR finalizzata alla rifunzionalizzazione ecosostenibile di aree e di strutture edilizie pubbliche, nonché ad un miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale, ambientale e culturale delle comunità locali siciliane, si trasformi  nell’ennesima occasione mancata per il Mezzogiorno d’Italia.

“Il termine del 7 marzo 2022 per la presentazione dei progetti riguardanti i Piani Urbani Integrati rischia di non poter essere rispettato, a causa della carenza di figure apicali nelle  strutture tecniche delle nostre città metropolitane, che necessitano di un concreto supporto economico e strutturale mediante l’inserimento di adeguati profili professionali abilitati alla redazione di progetti di tale importanza e complessità”. Ha dichiarato Leoluca Orlando, presidente di ANCI Sicilia.

“Chiediamo a Governo e Parlamento un intervento tempestivo, in fase di conversione del Decreto Legge 152/2021 contenente: ‘Disposizioni urgenti per l’attuazione del PNRR e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose’  per evitare l’ irreparabile perdita di risorse fondamentali per la crescita della nostra Isola e per il miglioramento della qualità di vita dei nostri cittadini”. 

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Sicilia

Modifica consenso Cookie