Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - ‘Una giornata a Venezia con Giacomo Casanova’ di Lele Vianello e Luciano Menetto

un tuffo nella Venezia del Settecento lungo piazza San Marco, Rialto e l’Arsenale, con gran finale al teatro ‘La Fenice’

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

(Arv) Venezia 20 set. 2022 -           È stato presentato oggi a palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, il libro di Lele Vianello e Luciano Menetto ‘Una giornata con Giacomo Casanova’, ‘Mare di Carta’ Editore.

Il Presidente del Consiglio regionale ha introdotto la presentazione ricordando “l’importante appuntamento culturale di venerdì prossimo quando, alla Biblioteca Marciana, verrà presentata l’associazione ‘Querinissima’: un’occasione per poter ammirare, in via del tutto eccezionale, preziosi manoscritti di Pietro Querini, oltre allo stupendo Mappamondo di Frà Mauro”.

“Attraverso le tavole di Lele Vianello e i testi di Luciano Menetto, Giacomo Casanova guida due turisti alla scoperta di Venezia – ha spiegato il Presidente - L’escamotage dell’uso di un protagonista del passato per narrare, anche visualmente, l’attualità è stato spesso usato per mettere in luce le contraddizioni del presente e per farci vedere con un occhio diverso la realtà: un esempio singolarissimo è il film ‘Fantasmi a Roma’ di Antonio Pietrangeli, sceneggiato da Ennio Flaiano che, con rara delicatezza, distacco ed eleganza, criticò i nuovi arricchiti e la speculazione edilizia romana”.

“Entusiasma anche solo l’idea di avere come guida Giacomo Casanova, raffinatissimo intellettuale, studioso, diplomatico, bibliotecario, scrittore e, da ultimo, grande traduttore: formidabile, e godibilissima la sua traduzione, per quanto con alcune licenze, in veneziano, dell’Iliade di Omero – ha sottolineato il Presidente dell’Assemblea legislativa – Non parlo del libro, ma mi permetto invece una riflessione sull’editore ‘Mare di Carta’, la più bella libreria di nautica in Veneto, ma anche un editore che ama Venezia e la sua storia: lo dimostrano i testi da loro pubblicati, e quelli divulgati, che narrano la storia della città, le sue imbarcazioni tradizionali, le navi della Serenissima, la laguna. Lo dico con la sincera ammirazione di chi fu tra i promotori e votanti di una legge per la tutela delle imbarcazioni storiche della Serenissima”.

“È un impegno eccezionale quello profuso dall’editore ‘Mare di Carta’ – ha riconosciuto il Presidente - di cui ‘Una Giornata a Venezia con Giacomo Casanova’ rappresenta una tappa interessantissima e per molti aspetti preziosa, grazie alle tavole di Lele Vianello e ai testi di Luciano Menetto”.

Il rinomato fumettista Lele Vianello ha disegnato le tavole che arricchiscono il volume, “ispirate dall’idea di raccontare Venezia in una sola giornata, immaginando una coppia di giovani innamorati che arrivano in città e, per magia, si imbattono in una guida eccezionale, Giacomo Casanova: uno studioso e uno scrittore di prim’ordine, profondo conoscitore di Venezia che ama in modo viscerale, il solo in grado di conferire una patina poetica alla passeggiata lungo i tesori racchiusi all’interno della città”.

“Il libro racconta la Venezia del Settecento, che però non si discosta molto dalla città attuale: cambiano le persone, ma la sua bellezza rimane immutata, così come le emozioni che essa sa regalare – ha sottolineato Vianello - Protagonista del libro è un Giacomo Casanova inedito, diverso da quello generalmente conosciuto e fortemente caratterizzato da un’impronta di erotismo: nel volume è rappresentato un Casanova sobrio, elegante, che racconta la città che ama e i suoi luoghi più magici e rappresentativi: Rialto, il centro della vita commerciale e sociale, a testimonianza del fatto che Venezia è sempre stata una città aperta a tutti; il Canal Grande con i suoi magnifici palazzi; il teatro ‘La Fenice’, il regalo più grande che i due giovani innamorati si porteranno a casa di quella magica giornata vissuta in compagnia di Casanova”.

Lele Vianello ha terminato il suo intervento confessando “la grande passione per le imbarcazioni tradizionali veneziane, storiche, al cui recupero ho messo tantissimo amore e che mi ha fatto molto soffrire. Passa poco tempo perché io mi innamori di una nuova barca…in questo senso mi rivedo in Giacomo Casanova”.

Luciano Menetto ha curato i testi del volume, a corredo delle tavole affrescate da Lele Vianello, con il quale forma “da molti anni un sodalizio artistico profondo: ci basta uno sguardo, ormai, per capirci”. “Il libro racconta la Venezia del Settecento lungo il triangolo costituito da piazza San Marco, con il palazzo Ducale sede del potere, da Rialto, cuore pulsante del commercio e dello scambio di capitali, dall’Arsenale, una città nella città, che guarda al mare, luogo dedito alla costruzione di imbarcazioni”.

“Per me è stato un grande piacere aver lavorato con Lele Vianello a questo nuovo libro – ha chiosato Menetto – Anche perché i libri hanno l’enorme privilegio di non morire mai: magari restano nascosti per un po’ di tempo, ma poi ritornano e vengono riscoperti”.

Alla presentazione è intervenuto anche l’editore, Cristina Giussani, che ha evidenziato come “il nostro sforzo è quello di tenere alto il livello culturale della città: Venezia se lo merita. ‘Mare di Carta’ ha già pubblicato il bestseller ‘Navigar in laguna, fra isole, fiabe e ricordi’, con illustrazioni di Lele Vianello, e due volumi frutto del sodalizio artistico costituito da Luciano Menetto e Lele Vianello: ‘L’isola Serenissima: itinerari, racconti e presenze di Venezia’ e ‘Mare’, una raccolta di poesie in veneziano”.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Modifica consenso Cookie