Covid: tavolino condiviso per ristoranti senza spazi esterni

Iniziativa parte da idea ristoratore Sardegna "un piccolo aiuto"

La Sardegna torna in fascia gialla e i riaprono bar e ristoranti, ma si potrà consumare solo nei tavoli all'aperto. E tutti i titolari degli esercizi pubblici che non hanno spazi esterni rischiano di restare penalizzati rispetto ai loro colleghi più fortunati. Per questo motivo un ristoratore di Capoterra (Città Metropolitana di Cagliari) ha lanciato sulla pagina Facebook del suo locale "Maddalena" l'iniziativa #tavolinocondiviso: "chi verrà da noi troverà nel tavolo anche i menù delle altre pizzerie nel Comune e potrà farsi consegnare la pizza preferita - fa sapere Giovanni Ruggeri - E' un piccolo segnale di solidarietà perché ad essere penalizzata risulterebbe l'intera economia locale. Abbiamo la fortuna di un grande spazio all'aperto dove far cenare i nostri clienti, ma purtroppo non è così per diversi nostri colleghi che lavorano al chiuso o solo con l'asporto".

L'iniziativa non è la sola portata avanti da Ruggeri: "Da circa due mesi - spiega all'ANSA - regaliamo, con una spesa minima di 10 euro per asporto o consegna a domicilio, mascherine FFp2 o libri sardi, ma abbiamo anche aperto per effettuare tamponi: ora ci auguriamo che le pizzerie del paese possano aderire a questa iniziativa".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie