Sardegna

Un premio alle aziende per incoraggiare export sardo

Isola agli ultimi posti per esportazione prodotti

Un premio per incoraggiare l'esportazione dei prodotti delle imprese sarde. Comincia da Cagliari, con il via alle candidature il percorso del Premio Export Italia.
    Un riconoscimento per le micro, piccole e medie imprese, insieme ai loro manager. Obiettivo: il raggiungimento di un risultato di eccellenza sui mercati internazionali.
    L'iniziativa parte da Uniexportmanager. "Con il premio Export Italia non vogliamo lanciare una gara tra chi esporta di più o chi ha il fatturato maggiore, ma vogliamo far emergere le best practice, la creatività, le collaborazioni e le idee delle imprese e dei loro manager che hanno avuto successo per l'export - ha detto il presidente Uniexportmanager Giuseppe Vargiu - in Sardegna di queste realtà ce ne sono tante e proprio nella nostra visione, le piccole aziende sono il cuore dell'export italiano così pure gli export manager che sono il cuore di queste imprese. Noi vogliamo valorizzare questi due fronti".
    L'iniziativa nazionale parte dalla Sardegna, perché- è stato spiegato- è la regione che esporta di meno: se depuriamo i dati dell'export regionale dai prodotti petroliferi, notiamo che le altre attività valgono molto meno perché c'è una grande frammentazione in tante piccole realtà che hanno bisogno di crescere - conclude Vargiu - ecco, il nostro contributo, anche con il premio, va in questa direzione, incrementare il numero delle piccole aziende esportatrici e aumentare gli export manager all'interno di queste realtà".
    Un invito a rialzare la testa. "Parleremo di storie che si sono realizzate e attribuiremo i premi, anche speciali, per tante categorie e aziende: artigiane, startup, del digitale o agroalimentare - aggiunge Massimo Cugusi, presidente del premio - premieremo il miglior prodotto da export, nato, disegnato e perfezionato per i mercati esteri perché non tutti i prodotti validi per il mercato nazionale possono avere successo in quelli internazionali. Servono strategie vincenti che possono essere realizzate dalle nostre aziende guardando le realtà virtuose che ce l'hanno fatta: dobbiamo imparare dagli altri ammettendo che c'è chi ci può insegnare qualcosa. Dobbiamo prendere il meglio che gli altri possono offrire, adattarlo alla nostra realtà, magari mettendosi in rete, per raggiungere gli obiettivi".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie